5GDopo aver assistito ad un’asta per l’assegnazione delle frequenze radio combattuta all’ultimo sangue dagli operatori telefonici, l’attenzione della community si è lentamente spostata sull’effettivo periodo di attivazione della nuova rete 5G. Le aspettative e l’attesa sono altissime, ma quando potremo finalmente vedere attive le reti VodafoneTIMWind Tre Iliad di quinta generazione?.

Per rispondere alla domanda dobbiamo cercare di fare un po’ di chiarezza. Partiamo dalla considerazione che, ad oggi, gli smartphone in commercio non sono compatibili con tale tecnologia; ciò sta a significare che, anche se domani dovesse essere attiva l’infrastruttura, nessuno sarebbe in grado di collegarsi. Secondo le stime, i produttori come Samsung e Huawei, dovrebbero presentare i primi terminali nel 2019 (con Galaxy S10 e Galaxy Note 10Huawei P30/P30 Pro e Mate 30).

 

5G: quando le reti TIM, Vodafone, Wind Tre e Iliad saranno attive

In aggiunta a questo troviamo il problema dell’indisponibilità di alcune frequenze radio. Le più preziose, le 700MHz, sono oggi sfruttate dalle emittenti televisive per le trasmissioni sul digitale terrestre. Con l’avvento del nuovo standard DVB-T2, nel 2022, finalmente verranno rese accessibili agli operatori telefonici, ma saranno necessari almeno 3 anni di attesa. Discorso diverso per le 3700MHz26GHz, libere praticamente dai primi giorni del 2019, e fondamentali per eseguire i primi test sui quali poi capire come muoversi nel futuro più prossimo.

Leggi anche:  5G: gli abbonamenti di Vodafone, TIM, Wind Tre e Iliad saranno impressionanti

In conclusione, per poter testare sulla propria pelle il 5G dei vari operatori TIM, Vodafone, Wind Tre e Iliad sarà necessario attendere ancora molto tempo, almeno il 2022, considerando comunque anche i problemi della diffusione del territorio in seguito al lancio ufficiale (quanti anni abbiamo atteso il 4G prima di arrivare all’attuale 99% di copertura nazionale?). I costi potrebbero essere molto alti come abbiamo visto nel nostro articolo.