Mediaword regala Galaxy S9Mediaworld si propone di offrire un Galaxy S9 GRATIS a tutti quei fortunati utenti che ricevono l’SMS informativo. Inutile dire che la società non è coinvolta in questa nuova campagna e che si tratta evidentemente di una bufala. Vediamo insieme quali rischi comporta il dare troppo peso al nuovo messaggio.

 

Mediaworld e la truffa dei Galaxy S9 omaggio

Attraverso un alert lanciato dalla pagina ufficiale del Commissariato online di Polizia Postale siamo venuti a conoscenza di una nuova truffa informatica perpetrata attraverso il nuovo metodo smishing. Per chi ignorasse questo genere di attacchi diciamo che si tratta di un mix ben studiato di informazione e disinformazione.

Sfruttando gli SMS si tenta un attacco phishing, che in questo caso promette lauti premi ai più fortunati. Un caso che si affianca a quello evidenziato in questi giorni per gli utenti Poste Pay Evolution di Poste Italiane.

Coinvolto nella nuova frode è un presunto Galaxy S9 a costo zero che la grande catena di elettronica Mediaworld starebbe proponendo tramite una nuova iniziativa raggiungibile tramite il suo sito ufficiale. Il link contenuto nel messaggio non conduce però alla pagina della compagnia ma ad una falsa copia del sito internet originale. Una pagina fasulla il cui unico scopo è quello di raccogliere i nostri dati personali e tutti gli estremi di riferimento per clonare la carta di credito.Truffa Mediaworld Galaxy S9 GratisTra l’altro, l’italiano stentato che fa da contorno al messaggio dovrebbe di per sé destare qualche sospetto. Ma spesso, presi dall’entusiasmo, si finisce per cadere nella trappola dei malfattori.

Leggi anche:  MediaWorld non vuole cedere il posto a Unieuro, nuovo volantino con nuove offerte

 

Come difendersi dal nuovo attacco hacker Mediaworld

Teniamo a ribadirlo, Mediaworld non è coinvolta a nessun livello nella faccenda. L’iniziativa è stata concepita dagli hacker e pertanto occorre prestare le dovute attenzioni del caso. Valgono i soliti consigli e le solite raccomandazioni per prevenire il peggio:

  • Non accedere al link proposto nel sondaggio
  • Non fornire i dati personali o quelli legati alla propria carta di credito o conto bancario
  • Effettuare la scansione del dispositivo con un antivirus aggiornato