IPTVLa Polizia Postale è in allerta, con l’inizio della nuova stagione sportiva, in tantissimi stanno provando ad accedere ai contenuti di Serie A Champions League illegalmente tramite i canali IPTV. La visione può essere ottenuta facilmente, ma il commettere questo tipo di reato può portare addirittura a multe da 25000 euro.

I consumatori italiani devono prestare la massima attenzione a ciò che cercano a ciò a cui accedono tramite il proprio terminale. Il mondo della televisione, sopratutto quello sportivo, è fortemente protetto dalla legge e, nel caso in cui si abbandoni il seminato, il rischio è davvero di incorrere in pesantissime sanzioni.

Un esempio lo possiamo portare direttamente dal mondo calcistico, o meglio relativo a Sky Mediaset Premium. Molti utenti, data la presenza di una fibra da casa con banda sempre più ampia, stanno cercando un metodo per accedere ugualmente ai canali televisivi delle pay TV, senza pagare un singolo centesimo.

Leggi anche:  IPTV: come dissero Le Iene, ecco le prime multe salatissime agli utenti abbonati

 

IPTV: Sky e Mediaset Premium gratis, la Polizia Postale commina grandissime multe

La via più breve, ed erroneamente considerata più sicura, passa per l’IPTV. Con una semplice connessione a internet, anche da mobile, ed un player musicale, gli utenti hanno la possibilità di accedere ad una infinità di canali completamente gratis.

Ciò che permette alla moltitudine di virare su tale tipo di pratica è l’idea, sbagliata, di ritenersi praticamente intoccabili. Il reato, a dispetto di quanto si potrebbe pensare, non viene commesso solamente da colui che trasmette i canali, ma anche da coloro che ne usufruiscono. Se scoperti dalla Polizia Postale, infatti, si rischia una multa da 25000 euro o una pena detentiva della durata massima di 4 anni.

Vale davvero la pena rischiare così tanto?