sky fibra

Sky Fibra è stato lanciato dall’omonima piattaforma di contenuti multimediali nelle ultime settimane. L’innovazione che la connessione a fibra ottica porta in un decoder Sky sono molteplici e tanti utenti hanno già dato adito a una serie di domande riguardanti i costi, la qualità del servizio e la contemporaneità con la visione standard.

Per accedere a Sky Fibra bisogna avere un decoder MySkyHD. I canali visibili rimangono gli stessi del vecchio contratto di tv satellitare ad eccezione di Mediaset Premium, poiché i relativi canali non supportato la connessione a fibra ottica. L’offerta standard attuale attiva su Sky Fibra, inoltre, comprende soltanto la risoluzione HD e non il 4K, anche se Sky fa sapere che rimedierà l’anno prossimo insieme all’aggiornamento Sky Q. Se dovessimo attivare la visione con risoluzione HD, i costi si aggirano intorno ai 6,40 euro al mese, ma sono annullati perché inclusi nell’offerta per un anno solare.

Leggi anche:  Passa a TIM: offerta TIM Titanium da 20 giga in 4G e minuti illimitati verso tutti

 

Sky Fibra: tipi di connessione e ritardo nel segnale

Il servizio Sky Fibra richiede costantemente un consumo di 9,3 Mbps. Ciò significa che la vostra connessione deve essere aggiornata a quella misura. Non solo, se non lo fate sarà la stessa Sky con il suo database a sapere chi abbia un abbonamento in fibra ottica di tipologia FTTC e FTTH.

Il ritardo di segnale rispetto a un programma in diretta rientra in circa 20 secondi, poiché sia decoder che rete vanno in buffering. Infine, per quanto riguarda Sky Go, sappiamo che non subirà variazione di prezzo e,anzi, per i primi 12 mesi c’è anche Sky Go Plus.

I gestori con cui è possibile sottoscrivere Sky Fibra sono: Fastweb, TIM, Vodafone, Wind 3 italia, Tiscali e Infostrada.