DAZN problemiDAZN ha esordito in corrispondenza della prima giornata del campionato italiano di Serie A che ha preso il via lo scorso 18 agosto 2018.

Il nuovo servizio sembrava impeccabile ma una serie di problemi segnalati da coloro che hanno appena aderito ha fanno fatto rapidamente calare l’interesse. Vi sono pericolosi limiti alle trasmissioni e l’esperienza finale di utilizzo boccia la nuova piattaforma in streaming.

 

DAZN: pessimo calcio l’inizioDAZN non funziona

L’offerta DAZN è conveniente sia per i nuovi abbonati che per coloro che accedono con profilo Sky TV e Mediaset Premium. I prezzi sono altamente competitivi e la lista di dispositivi compatibili è impressionante. Ma questo non basta a decretare il successo di un sistema rivelatosi altamente instabile in ogni condizione.

Passando per la visione su console da gioco PS4 ed XBox One fino agli smartphone il risultato è sempre lo stesso: DAZN non funziona, o almeno non lavora come dovrebbe. Lo streaming si interrompe in continuazione causando rallentamenti ed improvvise sparizioni. Lo schermo diventa nero come l’umore degli utenti costretti a perdersi il meglio dell’azione di gioco.

Sia con connessione in Fibra Ottica sia da applicazione mobile con connettività mobile si osserva una perdita di segnale importante. Il video e l’audio giungono in modo asincrono e spesso il sonoro si interrompe bruscamente lasciando spazio a silenzi imbarazzanti.

 

Qualità streaming DAZN: non ci siamo

La situazione si scontra con quanto dichiarato dalla stessa DAZN in merito alla qualità offerta a varie velocità di rete per le quali si prevedono:

  • SD: 2 Mbps
  • modalità HD: 3,5 Mbps
  • HD 1080p: 6,5 Mbps
  • qualità massima HD: 8 Mbps

Il video si autoregola in fase di connessione a seconda della banda disponibile ma in nessun caso è possibile vedere una partita intera senza problemi. Su Mac e Chromecast la situazione peggiora evidenziato dei grandi “quadrettoni” a schermo al posto delle immagini in diretta.

Su iPhone e PS4 vi è un leggero miglioramento che porta a stream con limite di 50 fps. Scattante, invece, in tutti gli altri casi. La qualità non convince e si resta ancora in balia di una condizione poco stabile per essere apprezzata dal pubblico. I dettagli sono scarsi e l’immagine è poco definita. Si manifesta un chiaro sintomo di aliasing con linee virtuali che percorrono il prato verde del campo da gioco accompagnandosi a “scalettature” decisamente orribili.

Leggi anche:  Netflix: sono partite le riprese de La Casa di Carta 3, ecco alcuni dettagli

 

DAZN ci ha messo una pezza

Nel corso dei primi match si è comunque assistito ad un adattamento sulla qualità dei contenuti. DAZN è intervenuta migliorando sensibilmente la qualità offrendo un generale seppur minimo miglioramento. I problemi hanno riguardato tutti gli utenti ed è chiaro che ci si trova ancora in una fase sperimentale.

Perform, società responsabile del controllo DAZN ha voluto commentare il suo esordio esprimendo grande soddisfazione nella gestione delle manifestazioni sportive, dicendo che:

“Una serata da ricorda come un grande successo . Siamo intervenuti velocemente, risolvendo la situazione nel minor tempo possibile. Questo è stato l’evento live più seguito finora sulla nostra piattaforma a livello internazionale: secondo i dati in nostro possesso stimiamo un progressivo aumento dell’audience rispetto a quanto fatto registrare dalla stessa partita nella scorsa stagione. Abbiamo riscontrato un rilevante incremento delle registrazioni e degli accessi nelle ore e nei minuti precedenti al calcio di inizio di Lazio-Napoli, e il traffico sulla piattaforma è stato fluido”

 

DAZN continuerà a migliorarsi?

problemi DAZN

Risulta chiaro che una situazione del genere è improponibile e che la piattaforma deve reagire prontamente al fine di garantire un servizio ineccepibile sotto il profilo della qualità In tal senso si rammenta che siamo solo alle prime fasi iniziali. Ben presto si richiederà uno sforzo di adattamento che consenta di beneficiare dell’uso di un sistema impeccabile, così come richiesto a gran voce dagli abbonati.

In particolare si deve lavorare molto sull’ottimizzazione dei server e della banda. Di fatto sappiamo che è possibile fare lo streaming fino a tre dispositivi contemporaneamente. In tale condizione il ritardo può essere notevole e raggiungere decine e decine di secondi rispetto alla diretta.

Voi avete incontrato problemi nel corso del primo evento? Come vi è sembrato questo nuovo servizio? Lasciateci pure le vostre prime impressioni.