WhatsApp

Il rapporto che si è instaurato tra i social network e l’India è sempre stato burrascoso. La storia ci dice che più volte il vasto stato asiatico si è messo contro quelli che sono i colossi del web: da Facebook a Twitter sino ad arrivare a WhatsApp.

 

L’India vuole chiudere WhatsApp e simili per motivi di sicurezza

Un nuovo capitolo della complicata relazione si sta verificando proprio nel corso di queste ore. Da quanto emerge da fonti internazionali, il governo indiano sta valutando l’ipotesi di bandire definitivamente dal suo suolo WhatsApp ed i maggiori social network.

Le motivazioni di quella che è una drastica decisione riguardano la sicurezza online degli utenti. L’esecutivo indiano, chiudendo social e chat, ha l’intenzione di frenare quelle che sono le fake news ed i tanti episodi di truffe online. Certo è che tale decisione sarebbe netta oltre ogni immaginazione, andando a colpire quella che è una sacrosanta libertà nel comunicare.

Per WhatsApp, un’eventuale ritirata dell’India comporterebbe una mole di 200 milioni di utenti mancanti. La nazione rappresenta un’area di vasta espansione su cui gli sviluppatori e creatori della chat hanno puntato molto. La chiusura sarebbe quindi una doccia gelata per la piattaforma di messaggistica e per tutta la galassia Facebook.

Leggi anche:  Whatsapp telepatico: come inviare i messaggi senza essere al telefono

Nel corso delle prossime ore sarà convocato un tavolo tra il Ministero delle telco indiano ed i rappresentanti di social e chat. Da quanto incontro sarà chiarito il futuro di WhatsApp in India.