Huawei ha ufficializzato l’elenco dei fornitori destinati a produrre componenti per il suo primo smartphone Android 5G. In particolare ci sarà una nuova soluzione di raffreddamento.

La società con sede a Shenzhen, nel Guangdong, ha quindi deciso il design generale del device in arrivo e inizierà a ricevere le varie parti prima della fine dell’anno. Il dispositivo stesso è ancora in corso di lancio, che ci sarà molto probabilmente a giugno. Si dice che la tecnologia Taiwanese Auras sia l’unico fornitore di componenti di raffreddamento destinati a essere implementati nello smartphone Android. L’accordo c’è stato quasi senza preavviso.

Huawei probabilmente lancerà il primo smartphone 5G e di pari passo il primo sistema di raffreddamento con fogli in rame

Il primo smartphone 5G della società dovrebbe essere consegnato nel tradizionale fattore di forma della barra di caramelle. Quindi la produzione in serie dei suoi componenti non dovrebbe reggere alcuna sfida tecnica significativa. Ad esempio qualcosa come l’acquisto di parti per un telefono pieghevole. Si dice quindi che si utilizzeranno i tradizionali fogli di dissipazione del calore in rame che verranno incorporati nello smartphone Huawei. Secondo quanto riferito, la società taiwanese ha già avviato la produzione di prova la settimana scorsa, ma non ha commentato l’ultima notizia in qualsiasi veste.

Leggi anche:  Honor 9 si aggiorna e arriva la modalità GPU Turbo

Pare che i fogli in questione siano sottili 0,4 mm e sarà un’evoluzione del design di un meccanismo di raffreddamento che le prime Auras commercializzarono nel 2016. Il presidente di Auras, Ys Lin, in precedenza disse che le soluzioni di dissipazione dovevano diventare più efficienti per tenere conto dell’era del 5G. Infatti una maggiore velocità wireless può anche portare a un certo riscaldamento dell’hardware rispetto alle reti 4G LTE. Sebbene i fogli di raffreddamento in rame non siano una soluzione completamente nuova, non sono ancora stati ampiamente utilizzati nel segmento degli smartphone e sono stati finora implementati principalmente nei notebook di punta. Al momento non è chiaro se Huawei finirà per essere il produttore che rilascia il primo smartphone abilitato per 5G. Chiunque lo faccia probabilmente sarà anche pioniere nel raffreddamento con fogli di rame nel settore mobile.