Google Pixel 3 XL

Google, tra circa tre mesi, dovrebbe presentare i suoi nuovi smartphone per i puristi del mondo Android. Stiamo parlando di Pixel 3 e Pixel 3 XL. Le indiscrezioni emerse fino ad oggi hanno rivelato gran parte dei segreti di questi dispositivi che avranno finalmente un design migliore, schermi più grandi e cornici più piccole.

In realtà, quello che ci auguriamo noi in qualità di appassionati e tutti gli utenti, è che questi nuovi Pixel 3 e Pixel 3 XL siamo migliori sotto ogni aspetto. I modelli attualmente in commercio hanno deluso sotto molti fronti e prima che arrivino quelli nuovi vogliamo ricordare a Google cosa vogliono vedere gli utenti in questi dispositivi.

 

Pixel 3 e 3 XL, design, display e speaker migliori

I Google Pixel hanno certamente il loro carattere ma una volta presi in mano non si è mai abbastanza eccitati per il design della scocca. I motivi sono diversi e tra questi ci sono anche le cornici laterali troppo spesse rispetto agli smartphone moderni. Il Pixel 2 XL è anche ingombrante in modo imbarazzante.

Inoltre, manca qualsiasi caratteristica pensata per rendere il tutto più ergonomico a differenza della concorrenza che ricorre a leggere curvature sul retro ad esempio. O ancora, mentre tutti i produttori ricercano la perfezione stilistica, i Pixel sono solo un blocco di metallo freddo che sta ancora aspettando di ricevere la sua finitura.

Una finitura premium come ci si aspetterebbe da uno smartphone di questo calibro. Per quanto riguarda lo schermo, invece, gli utenti sperano che nei nuovi Pixel 3 e Pixel 3 XL non si avvertono strani effetti semplicemente inclinando lo schermo. Stesso discorso per gli altoparlanti, che dovranno essere migliori e con un audio più corposo.

Leggi anche:  Google Pixel 3: problemi di RAM lo rendono instabile, meglio non acquistarlo

E Google può riuscirci in un attimo considerato che si è impossessata di un gruppo di ingegneri HTC, un’azienda nota proprio per i suoi speaker rivoluzionari. Un’altra caratteristica, assente sui modelli precedenti ma che Google deve inserire assolutamente, è la ricarica wireless della batteria che lo ricordiamo è in circolazione da anni.

 

Pixel 3 e 3 XL, disponibilità e prezzo conveniente

Infine, la nota dolente. I Pixel di Google non sono molto popolari al di fuori degli appassionati del robottino verde. E un motivo, almeno negli USA, potrebbe dipendere dall’accordo di esclusività firmato con Verizon. Pixel 3 e Pixel 3 XL dovranno essere liberi da ogni esclusiva, così che quanti più operatori possano venderli.

Tornando fedeli al passato, i nuovi Pixel dovranno avere un prezzo conveniente. Probabilmente non saranno mai ai livelli di Nexus 4 e Nexus 5 ma Google può e deve fare come OnePlus con i suoi top di gamma. Il produttore cinese fonda il suo successo proprio su questa politica aggressiva nei confronti della concorrenza ma non verso i portafogli.