whatsappWhatsApp è uno, se non il più diffuso, sistema di messaggistica istantanea al mondo. Verrebbe da pensare che è un mondo troppo ghiotto per non essere aggredito dalle truffe, questo infatti è quello che accade. Attenzione, non è difficile difendersi dai messaggi-truffa inviati su WhatsApp, basta solo un po’ di attenzione e soprattutto diffondere la notizia di queste truffe, cosi sarà più difficile che le persone vengano ingannate. Una peculiarità delle nuove truffe con i messaggi su WhatsApp è che riflettono solitamente le abitudini della persona che le riceve, questo per essere più intriganti e aumentare la probabilità che il malcapitato cada nella rete.

Il messaggio vocale

Era dal 2015, anno di inserimento della possibilità di mandare ai contatti le note vocali, che questa modalità di truffa è andata calando, ma ultimamente grazie alle videochiamate eccola tornare in auge. In sintesi, arriva all’utente una mail o un sms contenete un link che conterrebbe una nota vocale o un video registrato, simulando in tutto e per tutto una sorta di segreteria telefonica. L’apertura del link a sua volta determina il download di un malware che blocca il device e obbliga l’utente a versare una quota, ovvero un pagamento in denaro, per il suo sblocco.

WhatsApp a pagamento

Chi di voi non ha mai ricevuto da amici o conoscenti il classico messaggio – catena che WhatsApp diventerà a pagamento con un costo X per ogni messaggio inviato se non verrà verificato il proprio account? Verifica che, manco a dirlo, viene effettuata tramite click su un link fornito in calce al messaggio, link che è ovviamente malevolo. Nello specifico viene indotto il download di uno script in grado di registrare le abitudini dell’utente. Come difendersi? WhatsApp è gratuito e se mai cambierà, le comunicazioni verranno diffuse direttamente dall’azienda e non tramite messaggio semplice.

Leggi anche:  WhatsApp, sta arrivando l'aggiornamento per la chat che nessuno voleva

WhatsApp Gold

Riceverete un messaggio che vi invita a scaricare una versione upgradata di WhatsApp, appunto la versione Gold, da uno store parallelo al classico PlayStore. Logicamente andrete a scaricare un virus se lo farete, perché non esistono versioni Gold o upgradate di WhatsApp.

Buoni sconto

Anche in questo caso non passa mai di moda la buona e vecchia abitudine di mandare messaggi contenenti un link per ottenere vantaggi economici. Nel nostro caso, arriverà un messaggio a nome di un noto marchio commerciale che invita l’utente a cliccare sul link per avere la possibilità di scaricare un buono sconto di un importo anche discreto, ovviamente per essere più appetibile. L’apertura dell’URL fornito induce il download di software in grado di monitorare le abitudini dell’utente. Attenzione quindi perché le grandi aziende sicuramente per le loro campagne promozionali non utilizzano messaggi su WhatsApp.

Concludendo, gentili utenti di WhatsApp prestate MOLTA attenzione qualora vi comparissero dei messaggi che per qualsivoglia motivo vi invitano a cliccare su link esterni oppure a inserire dati personali o scaricare altri programmi simili a WhatsApp. Sono subdoli tentativi da parte di persone disoneste di attentare alla vostra privacy, bloccare il vostro telefono, spiare le vostre abitudini e, nei casi peggiori, estorcervi dei soldi per farvi ritornare a utilizzare il vostro telefono, approfittando unicamente della vostra buona fede. Occhi aperti dunque, e buon utilizzo di WhatsApp ora che sapete come difendervi!!