instagram
Instagram ha pubblicato una nuova applicazione sul Play Store di Google. Non stiamo parlando di IGTV ma di Instagram Lite. È la versione del social network dedicato alle immagini pensata per tutti gli smartphone Android vecchi e poco performanti. La soluzione per coloro che non potevano godere a pieno dell’esperienza Instagram.

LEGGI ANCHE: 5 trucchi che vi permettono di aumentare i like e i follower sul social

Le principali differenze tra la versione normale e quella Lite riguardano lo spazio occupato dall’applicazione una volta installata sullo smartphone: 30 MB contro appena 575 KB della versione Lite. Un risultato incredibile per un’app che permette lo stesso di accedere al social e a tutte le sue funzioni. Per il momento sono esclusi solo i direct.

Anche la pubblicazione dei video per il momento non sarebbe possibile, ma gli sviluppatori stanno ancora decidendo se introdurla o meno. Per il resto non manca nulla, nemmeno il tab esplora o le Storie. Oltre a tutti questi vantaggi, almeno per chi possiede poche risorse, c’è anche un consumo minore dei pacchetti dati.

Instagram è senza dubbio il social che consuma più giga in assoluto. Ma adesso, grazie all’applicazione Lite, questo problema sarebbe stato arginato. I numeri uno della piattaforma, ormai di proprietà di Facebook, hanno dichiarato che stanno provando questa nuova versione che occupa meno spazio, richiede meno dati e si avvia più velocemente.

 

Instagram Lite, come provare questa nuova applicazione

La pubblicazione sul Play Store fa parte del programma di test, che per il momento prevede il download ufficiale solo per chi risiede in Messico. Per tutti gli altri l’applicazione non è ancora disponibile e non è detto che lo sarà mai. Bisogna capire, infatti, se i dirigenti di Instagram renderanno disponibile la versione Lite solo per i Paesi emergenti o meno.

In ogni caso è possibile scaricare lo stesso Instagram Lite, grazie al file APK già caricato in rete. Si tratta di un installer che deve essere scaricato dallo smartphone e avviato come una normale applicazione. Tuttavia, affinché la procedura vada a buon fine, si deve attivare l’opzione per l’installazione dei file di origine sconosciuta.

Una voce disponibile tra le impostazioni, solitamente nei menu sicurezza o applicazioni a seconda degli smartphone.