Instagram IGTV
Instagram ha appena raggiunto un miliardo di utenti mensili attivi. Lo hanno annunciato i numeri uno del social nell’evento di ieri, sottolineando una crescita trimestrale del 5%. Risultati convincenti che quest’anno porterebbero nelle casse di Instagram e in quelle di Facebook un fatturato di 5.48 miliardi di dollari, il 70% in più rispetto all’anno scorso.

LEGGI ANCHE: Come continuare a “salvare” le storie degli altri senza che nessuno lo sappia

Il merito sarà anche della nuova piattaforma IGTV, che sfida YouTube e vuole rivoluzionare la televisione. Annunciata ieri da Kevin Systrom, numero uno di Instagram, è lo spazio pensato per l’upload di video di lunga durata. IGTV può essere visualizzata sia da un’app standalone che dallo stesso Instagram.

 

Instagram IGTV, la rivoluzione dei video sui social parte da qui

Instagram vuole che tutto il miliardo di utenti possa accedervi fin da subito. Inoltre, per rendere IGTV il più naturale possibile, i video sono tutti in verticale e vengono riprodotti automaticamente. E come su un televisore, sarà possibile guardare i video di un determinato canale perché ogni canale è associato ad un creatore su Instagram.

Leggi anche:  Instagram: alcune applicazioni per migliorare le vostre Storie

I creatori non sono altro che artisti o influencer ma IGTV è aperto a tutti, o quasi. Si potranno caricare filmati con una durata compresa tra 15 secondi e 10 minuti mentre i larger accounts e gli account verificati potranno caricare video con una durata massima di 60 minuti e una dimensione massima di 5.4 GB.

La navigazione all’interno dell’applicazione è semplice, esistono schede per “per te”, “popolare”, “seguito” e “continua a guardare”. Per ogni filmato si potrà mettere mi piace, commentare o inviare un messaggio tramite Direct. Instagram ha presentato IGTV come il futuro dei video sul proprio social, ma sarà davvero così?

Non lo sappiamo ma l’applicazione dedicata a IGTV sarà disponibile globalmente a partire dalle prossime settimane. Così hanno annunciato anche se l’applicazione può già essere scaricata dagli smartphone Android da questa pagina e dagli iPhone con iOS attraverso questo indirizzo.