Nokia 9
Nokia sarebbe a lavoro su uno smartphone top di gamma, un dispositivo di fascia alta molto potente. A rivelare i piani di HMD Global non poteva che essere il leaker Roland Quandt che sul proprio account Twitter ha pubblicato un messaggio specificando che lo smartphone avrà un SoC di ultima generazione e un’innovazione particolare.

LEGGI ANCHE: Nokia 6.1 Plus appare sull’elenco dei dispositivi ARCore di Google: come dovrebbe essere

Nello specifico, il primo sarà certamente lo Snapdragon 845 che caratterizza attualmente tutti i top di gamma più importanti. Un chip con processore Octa Core dall’elevata frequenza operativa abbinato ad un GPU Adreno 630 dedicata, un modem 4G e tutta una serie di accorgimenti che rendono il SoC uno dei migliori tra quelli disponibili sul mercato.

Per quanto riguarda l’innovazione, il leaker non rivela nulla se non che si tratta di una tecnologia già sperimentata da alcuni OEM, produttori, cinesi. Potrebbe trattarsi, pertanto, della scelta di utilizzare un lettore di impronte digitali in-display. Uno scanner ultrasonico integrato direttamente nello schermo.

 

Nokia, il prossimo top di gamma potrebbe essere Nokia 9

Non abbiamo altre notizie su questo top di gamma che potrebbe essere Nokia 9. Lo smartphone, come vi abbiamo raccontato in questo approfondimento, è atteso da diverso tempo ma finalmente sarebbe pronto a conquistare il mercato. Lo smartphone, il cui design potrebbe essere simile allo smartphone in apertura, avrà proprio le caratteristiche descritte.

In più la scheda tecnica comprenderebbe uno schermo da 5.7 pollici di diagonale con bordi curvi, un massimo di 8 GB di RAM e di 128 GB per la memoria interna. Un mix ulteriormente appetibile grazie alla presenza di una doppia o addirittura tripla fotocamera posteriore con lenti Carl Zeiss.

Il sistema operativo non potrà che essere Android 8.1 Oreo con aggiornamento garantito ad Android P grazie al programma Android One. La location ideale per la presentazione di Nokia 9 è quella dell’IFA 2018 di Berlino, un evento che potrebbe ospitare anche l’esordio di Huawei Mate 20.