Il supporto per Xbox VR sembra essere ormai un’idea obsoleta. Tra l’altro, sono passati pochi anni da quando Microsoft ha annunciato che la sua prossima console, nota come Project Scorpio, con il supporto per gli headset per la Realtà Virtuale sarebbe entrata in competizione con l’offerta PlayStation VR di Sony.

Ora sembra che la compagnia non abbia in programma di muoversi in quella direzione. Infatti, l’azienda potrebbe decidere di continuare a focalizzare i suoi sforzi VR / MR sul suo hardware di Realtà Mista per PC. La società considera la realtà virtuale e la realtà mista come più adatte alla piattaforma PC, mentre Xbox è la migliore per offrire esperienze “riproducibili in TV”. Dunque nessun accenno alla realtà virtuale.

Xbox supportata per VR forse non diventerà mai realtà

Mike Nichols ne parla senza mezzi termini, affermando che non ci sono piani per hardware o contenuti Xbox VR. L’azienda vuole concentrarsi sulla creazione di giochi e altri contenuti per Xbox ancora riprodotti tramite TV. Fondamentalmente, Xbox vuole mantenere il controller in mano e gli occhi sul grande schermo e vuole continuare in questa direzione su una scala più ampia. Ciò non significa necessariamente che Xbox non otterrà mai il supporto VR o MR come originariamente espresso. Però, per ora non ci sono piani. Ciò significa che i giocatori che desiderano un’esperienza VR su console dovranno scegliere Sony oppure VR o MR sulla piattaforma PC.

Leggi anche:  Nintendo Switch Online permette di giocare su altre console tramite abbonamento

Dopotutto, la Realtà Virtuale ha ancora molti modi per migliorare prima di attirare l’attenzione del consumatore mainstream. Se Xbox non è pronto, meglio evitare di complicare le cose. Sicuramente Sony corre un rischio con PSVR. Però Sony era già in buona posizione con la sua console senza VR. Tenendo conto di ciò, sembra che Microsoft e la divisione Xbox siano più interessate ad arricchire ciò che già sta andando bene con l’attuale piattaforma senza aggiungerne altre nel mix.