Apple MusicApple Music fa registrare numero mostruosi in relazione al numero di adepti alla piattaforma di streaming musicale. Un sistema secondo soltanto al colosso Spotify che rischia di essere surclassato da un servizio che promette una rivalsa da qui al prossimo biennio 2019-2020. Tim Cook è fiducioso (come dargli torto), mentre intanto si pensa anche ad un “Servizio Video“.

 

Apple Music: crescita spaventosa, Spotify trema di paura

Dopo le ultime novità di piattaforma introdotte ad inizio aprile, Apple Music torna alla rivalsa portandosi dai 40 milioni di iscritti del mese precedente a ben 50 milioni di utenti a maggio.

Il fattore di crescita è straordinario, e presagisce ad un rapido sopravanzare ai danni di Spotify, che ha dalla sua ben 10 anni di vantaggio nel settore streaming musicale rispetto ad un competitor giovane portatosi solo recentemente tra le file di utilizzatori Android. Spotify si trova a quota 75 milioni di utenti ed è facile intuire che con questo ritmo il servizio Apple possa avvantaggiarsi nel giro di qualche anno.

Leggi anche:  Apple iPhone XR disponibile nei negozi a partire da venerdì 26 ottobre

Nel frattempo, il CEO pensa anche ad un “servizio video“, il cui fine non stato ancora meglio definito. Si sa soltanto che la società ha  investito almeno 1 miliardo di dollari nella creazione di contenuti video originali, portandosi in collaborazione con produttori internazionali di show televisivi già impegnati nelle opere di sviluppo in uscita entro la prossima primavera.