Il nuovo smartphone di punta LG G7 ThinQ è stato annunciato nella giornata di ieri a New York City. A dispetto di quanto ci saremmo aspettati, il dispositivo utilizza un pannello LCD piuttosto che un OLED, come implementato dall’azienda su V30 e il V30S ThinQ.

LG ha deciso di andare in controtendenza rispetto a quanto imposto dal mercato, optando per un LCD di nuova generazione e dotato di ”tecnologie mai viste su uno smartphone”. Inoltre, il produttore vuole riservare i pannelli OLED per i suoi smartphone “più innovativi”, ovvero la serie V.

 

LG G7 ThinQ: ecco perchè l’azienda ha optato per un display LCD

LG ha spiegato infatti che la scelta di implementare un pannello LCD su LG G7 ThinQ non è dettata dal denaro, anche alla luce del fatto che nuova tecnologia LCD di G7 è molto costose. Piuttosto, la serie G è più mainstream rispetto a quella V – la quale, essendo quasi di nicchia, godrà di specifiche maggiori e materiali premium.

Leggi anche:  Samsung ed il suo OLED infrangibile protagonisti di un video "martellante"

LG V30S ThinQ (QUI la nostra recensione) è stato lanciato a circa 1000 dollari al cambio, mentre la serie G occupa una fascia di mercato che viaggia su cifre più contenute. LG ha confermato di essere uno dei pochi produttori di smartphone che ha la capacità di far rendere al massimo le diverse componenti che implementa nei suoi dispositivi. Basti vedere lo Snapdragon 821 su LG G6 o questa nuova tecnologia LCD su G7 – la quale è utilizzata da LG Display sui nuovissimi TV LCD annunciati al CES di gennaio.

Tra l’altro, questo nuovo pannello arriva persino a 1000 nits di luminosità, quindi non soffrirà nemmeno il sole più intenso. Tutto ciò grazie all’innovativa tecnologia M+: essenzialmente, una matrice RGB con un pixel bianco extra, che dona quindi più luminosità senza alterare i colori.