Molti smartphone di ultima generazione hanno tutti un difetto comune: la breve durata della batteria. Tante di persone sono costrette a caricare il proprio dispositivo più di una volta al giorno e a fine giornata difficilmente si ha una percentuale elevata di batteria.

Bassa percentuale di batteria significa funzioni limitate e quindi cosa fare per cercare di ridurre il consumo di energia del proprio smartphone al minimo? Ecco 5 facili trucchi da utilizzare quotidianamente.

 

CHIUDERE LE APP

Spesso dopo che abbiamo utilizzato un’app essa non si chiude e continua a funzionare consumando energia. Basta andare su ‘Impostazioni’ e vedere le app in background da chiudere.

 

TOGLIERE LA VIBRAZIONE

Siamo convinti che la vibrazione consumi più della suoneria. In realtà è il contrario. Questo trucchetto vale anche per la vibrazione tattile (quella del tocco dello schermo).

 

NON UTILIZZARE LA LUMINOSITÀ AUTOMATICA

La luminosità automatica dello schermo può sembrare buona ma in realtà è preferibile impostarla manualmente. La luminosità è una delle cause maggiori di consumo di energia del telefono quindi più è bassa minore sarà il consumo della batteria.

 

MODALITÀ AEREO

Se non devi ricevere chiamate o messaggi e non stai usando il telefono, metterlo in modalità aereo diminuirà di tanto i consumi energetici. Infatti se il cellulare si deve collegare ad una rete debole dovrà lavorare di più e consumare molto di più del dovuto. Abilitare la modalità aereo consente anche di tener sotto controllo la propria connessione dati.

 

MINIMIZZARE LE NOTIFICHE

Questo è un metodo che non tutti conoscono. Quando abilitiamo le notifiche automatiche, soprattutto nelle app dei social, lo smartphone deve collegarsi alla rete per ricevere e trasmettere queste notifiche. È consigliato, quindi, disattivare le notifiche automatiche e impostarle manualmente.