Tablet Android

Il mercato dei tablet è in continuo declino ed arranca di fronte al predominio di soluzioni decisamente più versatili che coniugano la necessità di avere un sistema multimediale ad una piattaforma all’occorrenza pronta a soddisfare la richiesta di produttività.

Mercato tablet destinato all’oblio: si vende sempre meno

I tablet Android non vendono. A rivelarlo è una recente indagine di mercato condotta per mano di IDC, la quale rivela l’indiscutibile preferenza nei confronti del parallelo merchandising delle soluzioni convertibili 2-in-1, dove alla produttività si affianca l’entertainment.

Nel corso dei mesi, abbiamo avuto modo di vedere un mercato in lenta ed inesorabile contrazione, ora destinato all’oblio delle soluzioni Tablet Android. Dopo aver preso in esame le motivazioni di fondo esaminiamo quelli che sono i dati diffusi da IDC in merito alla distribuzione di unità che da qui a pochi anni saranno destinati alla loro completa estinzione.

Le stime sono poco confortanti e vedono una contrazione media del 6,2% nei prossimi anni, arrivando nel 2022 a superare di poco quota 100 milioni di pezzi venduti all’anno contro un dato che nel 2017 vede 142 milioni di unità spedite. Il motivo è presto detto: è necessario avere tra le mani uno strumento che offra maggiori livelli di produttività complessiva.

In totale, secondo IDC, il mercato dei PC e dei tablet vedrà nel suo complesso una notevole riduzione delle vendite per un ammontare dell’1,8% entro pochi anni. Il volume totale stimato sarà pari a poco meno di 386 milioni di unità vendute. A ragione di questo risultato troviamo la versatilità dei convertibili, ora visti come degni sostituti delle classiche soluzioni laptop e Desktop stand-alone.