Huawei

Huawei continua a gettare le basi per il futuro della connettività mobile e oggi, nella cornice del MWC 2018 di Barcellona dove ha presentato MediaPad M5 e MateBook X, ha annunciato il lancio del 5G customer-premises equipment (CPE). È il primo dispositivo a livello mondiale che supporta lo standard di telecomunicazione 3GPP riconosciuto globalmente per il 5G.

LEGGI ANCHE: Mate 10 Pro alla guida di una Porsche Panamera grazie all’intelligenza artificiale

Il CPE Huawei 5G si presenta in due modelli: il CPE 5G a bassa frequenza (sub6GHz) e quello ad alta frequenza (mmWave). Il CPE 5G a bassa frequenza Huawei è piccolo e leggero, compatibile con le reti 4G e 5G e ha dimostrato velocità di downlink misurate fino a 2 Gbps – 20 volte quella di 100 Mbps in fibra.

Tutto questo garantisce un’esperienza per gli utenti ultra-veloce, che consente loro di godere di video VR e di un’esperienza di gioco e di visione unica e veloce. Il CPE 5G di Huawei ad alta frequenza è disponibile in unità sia interne che esterne. Per garantire le massime prestazioni dal suo CPE 5G, Huawei ha utilizzato Balong 5G01.

Si tratta del primo chipset al mondo, sviluppato internamente, che supporta lo standard 3GPP per 5G con una velocità di downlink fino a 2.3 Gbps. Il chipset supporta la rete 5G su tutte le bande di frequenza, comprese quelle sub-6GHz e millimetro wave (mmWave), e rende Huawei la prima azienda ad offrire una soluzione 5G end-to-end.

Leggi anche:  ZTE sta sviluppando un modem 5G proprietario a 7nm

Per sfruttare al massimo questa tecnologia, è stata sviluppata una strategia per dispositivi 5G che include smartphone, Wi-Fi, moduli industriali e altri dispositivi per connettere le persone ovunque si trovino. Huawei, infatti, ha stretto partnership con oltre 30 compagnie di telecomunicazioni globali, tra cui Vodafone, Softbank, T-Mobile, BT, Telefonica, China Mobile e China Telecom.

Ecco quanto dichiarato da Richard Yu, CEO di Huawei Consumer Business Group durante la presentazione: “la tecnologia 5G rappresenta il prossimo salto in avanti per un mondo basato sempre più sull’intelligenza artificiale, in cui persone, veicoli, case e dispositivi saranno completamente connessi, offrendo nuove esperienze, conoscenze e possibilità”

“Dal 2009, Huawei ha investito 600 milioni di dollari in attività di ricerca e di sviluppo di tecnologie 5G. Siamo stati i primi ad aprire la strada a nuove architetture di rete. Dai veicoli connessi, alle case intelligenti, ai video AR / VR e agli ologrammi, ci impegniamo a sviluppare un ecosistema 5G maturo in modo che i consumatori possano beneficiare di un mondo realmente connesso che trasformi il modo in cui comunichiamo e condividiamo”.