Huawei viene difesaDirettamente dalle sale del Mobile World Congress di Barcellona, Huawei ha ufficialmente presentato al mondo il Balong 5G01, il primo chipset al mondo in grado di supportare lo standard 3GPP, compatibile con tutte le frequenze del 5G. L’azienda orientale è quindi al primo posto nello sviluppo di una delle tecnologie del futuro.

Da diverso tempo ormai Huawei è decisamente all’avanguardia nella realizzazione delle infrastrutture per supportare le frequenze del 5G. Sia in Italia che nel resto del mondo, l’azienda ha avviato una serie di progetti atti a rendere lo stato pronto per supportare un nuovo tipo di connettività.

Forte di tutto questo, al MWC 2018 Huawei ha ufficialmente presentato al mondo il chipset Balong 5G01, il primo chipset al mondo in grado di supportare lo standard 3GPP.

Leggi anche:  Huawei Mate 20 Pro, gli ultimi scatti confermano il display con i bordi curvi e i 128 GB

Huawei lancia il Balong 5G01, il primo chipset al mondo per il 5G

 

Il chipset permetterà di raggiungere una velocità di download pari a 2Gbps e sarà in grado di operare sia in 4G che in 5G. Grazie alle sue speciali caratteristiche, quindi, nel momento in cui la rete 5G sarà disponibile in Italia renderà lo smartphone/tablet su cui è installato pienamente compatibile con le alte frequenze.

Naturalmente stiamo parlando di una tecnologia ancora sperimentale, si parla di un arrivo in Italia a partire dal 2021, ma Huawei resta indubbiamente l’azienda più avanguardia dell’intero mondo tecnologico in materia.

Il Balong 5G01 farà sicuramente parlare di sè, non resta che vederlo installato sui primi terminali.