Telegram è ritornato sull'App Store
Telegram è ritornato sull’App Store

Nella giornata di ieri 1° febbraio 2018 le applicazioni Telegram e Telegram X sono sparite per qualche ora dall’App Store a causa di “contenuti inappropriati”.

La rimozione delle applicazioni ha suscitato molto scalpore tra gli utenti ieri. Apple, l’azienda di Cupertino che gestisce l’App Store, come motivazione ha dato solo “contenuti non appropriati” anche se è stato un commento piuttosto generico.

Telegram è tornato sull’App Store dopo qualche ora dalla rimozione

Già qualche mese fa l’applicazione era stata al centro di molte polemiche in quanto garantisce il totale anonimato degli utenti. Il rischio era quindi quello di essere utilizzata da persone malintenzionate come terroristi e omicidi. La compagnia ha quindi dovuto lavorare molto per poi successivamente individuare e cancellare gruppi e canali ritenuti “pericolosi”.

Secondo TechCrunch è possibile che la rimozione di ieri sia dovuta all’assenza di un sistema di filtraggio di contenuti inappropriati. Ciò viola, ovviamente le linee guida dello Store di Apple. Nella serata di ieri, il CEO di Telegram, Pavel Durov ha comunicato tramite un Tweet il ritorno di entrambe le applicazioni, quella base e la versione X, sullo Store per la gioia di tutti gli utenti. Spiegando inoltre che le applicazioni erano state rimosse alla mezzanotte del 1° febbraio, senza però aggiungere altro.

Leggi anche:  Yoyot: la startup che usa l'AI per prenotare le vacanze in barca

Per chi non lo sapesse, la versione X dell’applicazione di messaggistica, non è altro che una versione che ha l’obiettivo di aumentare la velocità e la facilità di utilizzo. Infatti è ancora una versione sperimentale e potrebbe, come no, sostituire l’applicazione ufficiale.