Alcuni ricercatori di Trend Micro hanno scoperto una falla nel sistema di sicurezza di altoparlanti prodotti da Sonos e Bose. Questa falla permette agli hacker di avere accesso da remoto. I dispositivi con questa problema risultano essere Sonos One e Bose SoundTouch i quali possono essere rivelati online tramite una scansione.

Scherzi di pessimo gusto

Per ora gli attacchi si limitano ad essere degli scherzi. C’è chi si è divertito a imitare qualche voce o chi a far partire Rick Astley, ma c’è sempre qualcuno che esagera. Un utente con un dispositivo Sonos ha scritto sul forum dedicato di essere spaventato. Qualcuno si stava divertendo a far partire suoni da genere horror quali porte che scricchiolano o pianto di bambini fino ad arrivare a vetri infranti sparati a massimo volume per ottenere un effetto maggiore.

Per fortuna non tutti i dispositivi risultano avere questo problema. Rilevamenti hanno mostrato che quelli con marchio Sonos con la falla sono tra i 2.000 e i 5.000 pezzi, mentre i Bose sono meno di 500.

Ovviamente i produttori sono partiti subito per cercare di risolvere la situazione e facendolo hanno capito che il problema sarebbe nato per via di qualche individuo che avrebbe messo a disposizione delle reti pubbliche a chi possedeva i dispositivi. Ovviamente è un sistema che le due compagnie madre non consigliano. In ogni caso Sonos ha emesso una patch per tappare il buco mentre si sta aspettando ancora un comunicato ufficiale di Bose.

Certamente da tutto questo difficilmente scaturirà qualcosa di preoccupate, ma almeno ci ricorda di collegare i nostri dispositivi ad una rete sicura.