Android svegliaSe siete stanchi delle melodie da sveglia tipiche o di uccellini che cantano all’infinito, ecco che Google vi offre la possibilità di incominciare la giornata in maniera decisamente più frizzate e personalizzata implementando una nuova funzione in Android.

In seguito alla notizia del lancio di alcune funzioni di Android 13 su versioni precedenti del famoso robottino verde, Big G deciso di importare delle migliorie in Android relativamente all’app Orologio con l’introduzione di un nuovo metodo decisamente più semplice di registrare suoni personalizzati da poter utilizzare come sveglia.

Infatti, con l’ultimo update di Google, come riportato da XDA Developers, sui dispositivi della gamma Pixel è apparso il pulsante dedicato appositamente alla registrazione di un file audio direttamente nell’app. Andiamo subito a scoprire di seguito maggiori dettagli a riguardo.

 

 

Android, ora la sveglia è decisamente più divertente con le registrazioni personalizzate

Caricare una clip personalizzata e utilizzarla come sveglia era certamente possibile ma non esattamente intuitivo: infatti, bisognava aggiungerla tra i suoni di sistema base tramite l’app di gestione file.

Invece, a partire dalla giornata di ieri, è possibile anche impostare un suono personalizzato di qualsiasi tipo tramite un semplicissimo tap sul pulsante dedicato, come potete vedere anche dall’immagine in calce.

Come accennato prima, però, di questa funzione ne privilegeranno al momento solo gli smartphone Google Pixel. Anche se, comunque, è probabile che questa nuova funzione arrivi presto su tutti gli altri dispositivi Android nel corso dei giorni. Dunque, non siate ansiosi, potrebbe volerci un po’ di tempo prima che la funzione giunga ufficialmente sul vostro dispositivo.

 

Articolo precedenteNepal, il video girato da un passeggero un attimo prima dell’incidente aereo letale
Articolo successivoAmazon è assurda, set di punte Bosch con coupon gratis del 50%
Christian Savino
Christian, 24 anni. Appassionato di tecnologia e musica da sempre. Autore per TecnoAndroid dal 2019.