coinbase-la-societa-di-criptovalute-ha-ricevuto-una-sanzione-da-50-milioni-di-dollari

In risposta alle accuse di aver violato le norme antiriciclaggio di New York, la società di scambio di criptovalute Coinbase ha accettato di pagare una sanzione di 50 milioni di dollari al Dipartimento dei Servizi Finanziari dello Stato. Affinché l’accordo sia valido, Coinbase deve anche investire altri 50 milioni di dollari nel suo programma di conformità per garantire che non si verifichino altre infrazioni.

Secondo i funzionari di New York, il software antiriciclaggio dell’azienda era pieno di falle e non funzionava come pubblicizzato, lasciando la piattaforma vulnerabile all’uso per scopi illegali, tra cui frodi, riciclaggio di denaro e persino abusi sessuali su minori e traffico di droga.

Coinbase ha pubblicato una risposta sul suo sito web

Alla luce dell’accordo, Coinbase ha pubblicato una risposta sul proprio sito web, sottolineando di essere sempre pronta ad ammettere un errore o un fallimento e di considerare la sentenza come un’opportunità per migliorare i propri servizi. La piattaforma afferma di aver migliorato il proprio sistema di monitoraggio delle transazioni e di aver sviluppato uno strumento di conformità alle sanzioni specifico per le criptovalute. È stato inoltre creato un sistema di valutazione del rischio del cliente per assegnare punteggi di rischio al momento dell’iscrizione e nei giorni successivi.

“Per mantenere la sua posizione di leader ed esemplare del settore, Coinbase continua a stringere partnership con le autorità incaricate di supervisionare gli scambi di criptovalute e altri settori correlati. Riteniamo che a New York e nell’intero settore siano necessari altri operatori di criptovalute disposti a rispettare le regole e a collaborare con le autorità”.

Durante un normale esame di sicurezza delle operazioni della società nel 2018 e nel 2019, il NYDFS ha scoperto le possibili vulnerabilità nel 2020. L’indagine è stata avviata dall’organizzazione nel 2021. “Nonostante la rapida espansione dell’azienda, Coinbase non è stata in grado di stabilire e sostenere un programma di conformità efficace. A causa di questo errore, i criminali possono ora utilizzare la piattaforma Coinbase”.

Dopo la scomparsa di FTX e l’arresto del suo amministratore delegato Sam Bankman-Fried, gli scambi di criptovalute sono stati sottoposti a un esame più attento, pertanto l’annuncio dell’accordo giunge in un buon momento. Kraken, un altro exchange di criptovalute, è stato multato per 360.000 dollari dal Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti nel novembre dello scorso anno per presunta violazione delle sanzioni statunitensi sull’Iran.

Articolo precedenteVodafone Silver con 200GB in 5G, ecco le due offerte che distruggono TIM
Articolo successivoSony e Honda rivelano il brand di auto elettriche Afeela
Avatar
Appassionato di tecnologia e videogiochi. Sono uno studente di Ingegneria informatica a tempo pieno, ma ho anche altri difetti.