Scadenza punti Esselunga

Il nuovo anno è finalmente arrivato, e sono molti quelli che stanno iniziando a guardare alle prossime scadenze, sopratutto per quanto riguarda le tessere fedeltà. Sciogliamo il dubbio in merito alla diffusissima Fidaty long S, la cui raccolta punti ha una data di “scadenza” ma non corrisponde alla fine dell’anno solare.

Pertanto, i punti non possono essere accumulati indefinitamente. Dopo la data prestabilita, i punti raccolti vengono azzerati, per questo i clienti dei supermercati sono invitati a ritirare o prenotare i premi entro tale data.

Ecco quando scadranno i punti accumulati

In caso contrario, il rischio è quello di perdere i punti senza avere la possibilità di “trasformarli” in un vantaggio. Questa data di scadenza però, come abbiamo detto, non corrisponde all’anno solare (quindi state tranquilli che i punti non scadono a fine 2022), né al rinnovo dei cataloghi. Ad esempio, per richiedere un premio del prossimo catalogo, la data ultima sarà il 9 aprile 2023 ma questo non significa che la carta fedeltà verrà annullata il giorno successivo.

I punti dell’attuale raccolta Fidaty Esselunga scadranno nella lontana primavera del 2026. L’ultima volta che sono stati azzerati è stato infatti nell’aprile 2021. Ebbene, in Italia esiste una legge che permette di accumulare punti fedeltà ottenuti dopo gli acquisti per un massimo di 5 anni, ed è esattamente quello che fa l’azienda fondata dalla famiglia Caprotti. In quel lungo lasso di tempo, come accade ciclicamente, cambiano i cataloghi con i premi disponibili ma i punti non spariscono.

Quindi potete stare tranquilli e iniziare ad accumulare ancora più punti prima della data ufficiale di scadenza.

FONTEarchynewsy
Articolo precedentePartita IVA sotto stretto controllo, dal 2023 partirà il nuovo algoritmo contro l’evasione fiscale
Articolo successivoEolo Più: prosegue anche a gennaio 2023 lo sconto sull’offerta
Simone Paciocco
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it