Caricabatterie smartwatchDal 2024 smartphone e tablet dovranno far ricorso a un caricabatterie universale. L’Unione Europea si è già espressa a riguardo imponendo l’obbligo di adottare una porta USB-C, anche su iPhone. Inoltre, negli ultimi giorni, ha fatto notizia quanto discusso negli scorsi anni circa le batterie sostituibili e rinnovabili sui dispositivi più disparati, dagli smartphone alle auto. Oggi ad attirare l’attenzione è nuovamente il sistema di ricarica con caricabatterie unico che, stando ad alcune voci, potrebbe presto arrivare anche su smartwatch e dispositivi indossabili. 

 

Smartwatch e indossabili con sistema di ricarica universale: l’India valuta un caricabatterie unico!

 

Stando a quanto riferito da una fonte anonima e riportato da svariate testate, il governo indiano sta valutando l’idea di introdurre un sistema di ricarica unico su tutti i dispositivi indossabili, come smartwatch e auricolari. L’intenzione sarebbe quella di adottare una strategia che vada di pari passo con quanto attuato per gli smartphone e, quindi, indurre le aziende produttrici a modificare i loro accessori per poter utilizzare un caricabatterie unico.

Non è chiaro se il piano prevede il ricorso a un nuovo caricabatterie ancora sconosciuto o se le aziende dovranno procedere con l’adattamento dei loro dispositivi a un accessorio già esistente ma è certo che tra le volontà del governo vi è quella di intervenire anche nel settore degli indossabili.

Attualmente non è stata fornita alcuna data di scadenza entro la quale le aziende potrebbero dover procedere con la modifica e l’idea non è stata ancora resa ufficiale tramite gli appositi strumenti. L’emergere della notizia appare comunque plausibile, soprattutto se considerate le ultime mosse compiute al fine di ridurre i consumi e favorire la sostenibilità.

Articolo precedenteChatbot più famoso al mondo presto sarà solo un vecchio gadget
Articolo successivoCEO Qualcomm svela tecnologia nascosta negli smartphone
Giorgia Leanza
Diplomata in Scienze Umane, Giorgia Leanza è una studentessa di Lettere Moderne presso l'Università di Catania. Appassionata d'arte, letteratura e tecnologia e si rifugia nella scrittura. Coltiva diversi interessi ed ha sempre un nuovo libro sul comodino.