Netflix-addio-account-condiviso-2023

Sono ormai diversi mesi che si parla in rete dell’imminente blocco della condivisione dell’account da parte di Netflix. Ora, però, è arrivata una sorta di conferma ufficiale da parte del co-ceo della nota piattaforma di streaming, ovvero Ted Sarandos. In particolare, sembra che il blocco dell’account sarà introdotto ufficialmente a partire dai primi mesi del 2023.

 

Netflix introdurrà il blocco della condivisione dell’account nei primi mesi del 2023

Nel corso degli ultimi mesi (in particolare a marzo 2022) Netflix aveva già iniziato a sperimentare in America Latina alcune soluzioni volte a controllare ed eventualmente bloccare la condivisione degli account degli utenti. In particolare, per aggiungere più profili di condivisione di uno stesso account, gli utenti dovevano pagare circa 3 dollari per ogni profilo in più, per un totale possibile di tre profili.

Fino ad ora però si trattava soltanto di test e sperimentazioni. Ora, come già accennato, abbiamo l’effettiva conferma da parte di Netflix che sarà introdotto il blocco della condivisione dell’account e anche fra non molto tempo. Stando a quanto è emerso, questa soluzione sarà introdotta dall’azienda già dai primi mesi del 2023.

Al momento, comunque, l’azienda sta valutando a fondo i rischi di questa decisione, dato che potrebbe esserci un calo notevole degli utenti abbonati. Il co-ceo di Netflix ha infatti così commentato agli investitori: “Non ci facciamo illusioni, non credo che i consumatori apprezzeranno l’idea da subito”. Insomma, staremo a vedere come l’azienda implementerà effettivamente questo blocco della condivisione dell’account e soprattutto staremo a vedere quali saranno gli effetti di questa scelta.

Articolo precedenteBabbo Natale è passato anche dall’operatore Kena Mobile
Articolo successivoGoogle Contatti inserisce una nuova scheda
Anna Lisa Ferilli
Grande appassionata di smartphone e tecnologia, attualmente sono editor presso www.tecnoandroid.it. Sono inoltre iscritta presso Università del Salento per conseguire la laurea magistrale in Lingue moderne, letterature e traduzione.