Composti polimerici, arriva la grande novità utile per migliorarli

A breve verrà pubblicato ufficialmente un nuovo studio direttamente sulle pagine della celebre rivista Polymer Testing. Questa si occuperà di illustrare come un gruppo di ricerca della Pusan ​​National University, in Corea del Sud, con a capo il professor Chae Bin Kim, sia riuscito a sviluppare un processo con alta efficienza energetica utile per migliorare la conduttività termica dei compositi polimerici.

Ciò che è importante in tali elementi è il fatto che, grazie a quella che è la loro natura leggera e flessibile, possono essere applicati in campo elettronico. Esattamente possono essere messi tra una fonte di calore ed un dissipatore, in modo tale da disperdere il calore generato nell’ambiente circostante. L’efficienza perfetta tramite questo processo è ottenibile solo ed esclusivamente grazie all’utilizzo dei cosiddetti filler, ovvero materiali di riempimento. Questi, con determinati orientamenti volte a facilitare il flusso di calore permettono di avere la migliore resa possibile. 

 

Composti polimerici: ecco il metodo del professor Kim

Il team del professore sudcoreano ha voluto provare a dare una soluzione al problema appena posto nel paragrafo precedente. Per farlo è stato impiegato un metodo che si serve della termoforesi.

Si tratta di un fenomeno all’interno del quale un gradiente di temperatura è in grado di muovere o rotare le particelle solide sospese all’interno di un fluido.

Proprio per preparare il composto polimerico, i ricercatori hanno messo in sospensione alcune particelle di filler di nitruro di boro esagonale termicamente conduttivo (h-BN), tutto all’interno di un liquido in grado di solidificarsi ai raggi UV. In seguito è stato rivestito tra due lastre in vetro.

Con l’applicazione di un gradiente di temperatura, le particelle del filler hanno ruotato riallineandosi proprio lungo il gradiente che è stato applicato. Raggiunti gli orientamenti sperati, il composto è stato ufficialmente fotopolimerizzato. Proprio così è stato convertito in un composto solido fatto di orientamenti di riempimento fissi utili a formare una strada per il dissipamento del calore.

Articolo precedenteNatale, preparatevi alla folle e divertente challenge del Whamageddon
Articolo successivoKena Mobile ha lanciato una nuova offerta con 150 GB
Felice Galluccio
Appassionato di tecnologia ed elettronica in generale così come dello sport. Scrivere mi migliora la giornata, questo è il lavoro che amo! Never stop learning!