mancini

Solo il 10% della popolazione è mancina. Proprio per questo il cervello e il corpo dei mancini possono funzionare in modo diverso rispetto a quelli dei destrimani (e nelle persone miste, che possono avere mani dominanti diverse per compiti diversi).

La manualità sembra essere determinata molto presto nello sviluppo fetale“, afferma Ronald Yeo, PhD, professore di psicologia all’Università del Texas-Austin. Ecco quindi alcuni dei fatti più comuni sull’essere mancini e cosa potrebbe davvero significare per la tua salute.

Non è solo genetica

Gli scienziati non sono esattamente sicuri del motivo per cui alcune persone sono mancine, ma sanno che i geni sono responsabili circa il 25% delle volte, afferma Yeo. Essere mancini può essere una questione di genetica, dice, “ma il tasso è notevolmente inferiore rispetto ad altri tratti ereditari, come l’altezza o l’intelligenza“. In effetti, i gemelli identici, che condividono gli stessi geni, a volte possono avere mani dominanti diverse. Ci sono molte teorie su cos’altro potrebbe determinare con quale mano si scrive, ma molti esperti credono che sia un po’ casuale, dice Yeo.

È legato allo stress in gravidanza

In uno studio britannico, i feti di donne incinte molto stressate avevano maggiori probabilità di toccarsi il viso con la mano sinistra che con la destra.

Questi potrebbero essere i primi segni di un bambino mancino, affermano i ricercatori. Altre prove supportano questa teoria. In uno studio svedese del 2008 su mamme e bambini di 5 anni, le donne depresse o stressate durante la gravidanza avevano maggiori probabilità di avere figli misti o mancini. In altri studi, anche i bambini con basso peso alla nascita o nati da madri più anziane avevano maggiori probabilità di essere mancini.

È più comune nei gemelli

I gemelli identici a volte sono immagini speculari l’uno dell’altro: un gemello ha un neo sulla guancia destra e l’altro ha un neo nello stesso punto della guancia sinistra, per esempio. Una volta si credeva che anche il patrimonio genetico dei gemelli dovesse essere “rispecchiato”, quindi un gemello dovrebbe essere mancino e l’altro dovrebbe essere destro.

Nessuno di questi è vero, ma il mancino è circa due volte più comune nei gemelli rispetto alla popolazione generale. Uno studio belga del 1996 ha rilevato che circa il 21% dei gemelli, sia fraterni che identici, sono mancini.

Il cervello non è invertito

La maggior parte dei destrorsi usa l’emisfero sinistro del cervello per elaborare il linguaggio, ma ciò non significa che la maggior parte dei mancini abbia un “cervello più sviluppato a destra”: è solo un mito comune, afferma Gina Grimshaw, PhD, direttrice della Cognitive and Affective Neuroscience Laboratorio presso l’Università di Wellington in Nuova Zelanda.

Circa il 98% dei destrorsi ha il cervello sinistro, dice, ma anche circa il 70% dei mancini. Solo il 30% circa ha cervello destro o bilaterale (in cui entrambe le metà sono ugualmente capaci). “La maggior parte dei mancini sembra avere un’elaborazione del linguaggio simile a quella dei destri”, afferma Grimshaw.

Per altre funzioni cerebrali unilaterali, come l’attenzione, le emozioni, la musica e la percezione del viso, dice, ci sono meno dati. “Ma per la maggior parte, i mancini non differiscono ovviamente dai destri. Certamente non hanno il cervello invertito“.

Potrebbe farti pensare in modo diverso

A volte si tende ad associare il lato sinistro con qualcosa di cattivo e il lato destro con il buono. Ma se sei mancino, potresti non pensare allo stesso modo dei destri, secondo uno studio della Stanford University del 2009.

Ai partecipanti sono state mostrate due colonne di illustrazioni astratte e gli è stato chiesto quale fosse più intelligente. I destri erano più propensi a scegliere le illustrazioni nella colonna di destra, mentre i mancini erano più propensi a scegliere i disegni nella colonna di sinistra. “Per i mancini, implicitamente, pensano che le cose buone siano a sinistra e le cose cattive a destra, anche se consapevolmente, esplicitamente, tutto nella lingua e nella cultura sta dicendo loro l’esatto opposto“, ha detto l’autore principale dello studio in un comunicato stampa.

Crede che questo possa persino influenzare il modo in cui votiamo alle schede elettorali o quali candidati preferiamo quando guardiamo i dibattiti presidenziali.

FONTEedition.cnn.com
Avatar
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it