Un meteorite ha colpito James webb il nuovo telescopio della Nasa. L’impatto è avvenuto a fine maggio, a una distanza di 1,5 milioni di chilometri dalla terra.

Telescopio James Webb: L’impatto è stato più forte del previsto

Un piccolo disguido per il nuovo gioiello tecnologico della nasa, il telescopio James Webb è stato colpito da un micrometeorite.

L’impatto è avvenuto a fine maggio, presumibilmente tra il 23 e il 25.

Secondo i dati arrivati a terra non avrebbe riportato alcun danno.

Gli esperti Nasa avevano preventivato possibili collisioni, nonche testato e progettato gli specchi perché resistessero agli urti.

Tuttavia il nuovo micrometeorite aveva una dimensione più grande del previsto rispetto ai test di laboratorio.

L’incidente ha destato un po’ di preoccupazione tra gli addetti ai lavori, ma si tratta del quinto impatto da quando il nuovo strumento è operativo nello spazio.

Il sostituto del caro Hubble è progettato con segmenti esagonali in berillio rivestito d’oro, i quali vanno a comporre lo specchio principale per un’ampiezza di 6,5 metri di diametro.

L’impatto che ha colpito il tassello C3 senza creare danni, fa comunque parte delle possibilità di tale missione, simulate dalla Nasa. In determinate situazioni che creano pericolo per la strumentazione è possibile effettuare manovre evasive, atte a limitare o evitare gli eventuali danni anche da sciami di micrometeore.

La tecnologia costruttiva utilizzata nel nuovo telescopio consente inoltre, in caso di impatto violento, di intervenire sui singoli specchi per il riallineamento.

Secondo la Nasa il pericolo è scampato, e gli appassionati potranno attendere il mese di luglio per ammirare le prime foto in alta qualità scattate dal James Webb.

Mirko Pili
Autore Tecnoandroid con la passione per l'informatica. Ragioniere e perito commerciale mi occupo di Trading e commercio online.