Mercedes, AMG, Project ONE, Formula 1, supercar

Durante il Salone Internazionale dell’Automobile (IAA) di Francoforte ha fatto il proprio debutto ufficiale la Mercedes-AMG Project ONE. La supercar è una una vettura supersportiva stradale a due posti che può vantare la tecnologia sviluppata per la Formula 1.

Il debutto della vettura coincide con il 50° anniversario di AMG, la divisone ad alte prestazioni di Mercedes. Sulla Project ONE è presente un powertrain plug-in hybrid con minime modifiche rispetto a quello utilizzato dalle monoposto di Formula 1 sui circuiti di tutto il mondo.

Lo sviluppo è stato curato in collaborazione con gli ingegneri del Mercedes-AMG High Performance Powertrains di Brixworth, dove nascono le power unit di Formula 1. Grazie all’unione di un motore V6 turbo ibrido da 1.6 litri a combustione interna e quattro motori elettrici, la vettura è in grado di sprigionare più di 1.000 cavalli.

 

Mercedes-AMG Project ONE incarna l’essenza e le prestazioni di una Formula 1 ma può essere guidata anche su strada

La suddivisione dei motori elettrici è pensata per garantire sempre le massime prestazioni. Un motore elettrico è integrato nel turbocompressore a gas di scarico, uno è collegato all’albero motore mentre gli altri due sono collegati alle ruote anteriori.

La velocità massima stimata della Mercedes-AMG Project ONE è di 350 km/h. Tuttavia, a sorprendere è la reattività della vettura nelle accelerazioni da fermo. Per raggiungere i 100 km/h si impiegano 2.9 secondi mentre per toccare i 200 km/h si impiegano meno di 6 secondi.

Come confermato da Dieter Zetsche, Presidente del Consiglio Direttivo di Mercedes-Benz Group AG e Responsabile di Mercedes-Benz Cars: “Per noi le gare automobilistiche non sono fine a se stesse. La competizione ci spinge a sviluppare tecnologie che hanno una ricaduta positiva sulle nostre auto di serie. Abbiamo fatto tesoro delle esperienze maturate in tre campionati mondiali costruttori e piloti e dei successi ottenuti e ora, con Mercedes-AMG Project ONE, portiamo per la prima volta sulla strada la tecnologia di Formula 1“.

 

Alessio Amoruso
Economics & Marketing Student, Tech enthusiast, Star Wars Fan and Blogger