Ricky GervaisSuperNature, è il nuovo special di Ricky Gervais, il quale è tornato su Netflix dopo un po’ di tempo. Come accade spesso, Gervais ha trattato temi delicati, scatenando polemiche per via di alcune battute sulla comunità LGBT+.

In seguito alle proteste per via del caso Dave Chappelle verso la fine del 2021, moltissimi spettatori hanno espresso apertamente il loro disappunto, screenshottando anche il momento in cui sospendevano l’abbonamento a Netflix.

 

 

Ricky Gervais, aspre polemiche contro il suo spettacolo

Poco prima del debutto del nuovo spettacolo di stand-up comedy di Ricky Gervais su Netflix, è tornata vigorosa la polemica sulla parte iniziale dello spettacolo.

Infatti, il comico e attore, al quarto minuto, ha preso di mira la comunità trans, parlando di “nuove donne con la barba”. In più, ha anche affrontato la discussione della suddivisione dei bagni per genere nel suo modo caratteristico e senza peli sulla lingua.

Nonostante il suo disclaimer finale, le polemiche sono comunque arrivate. Ecco cosa ha detto Gervais a fine spettacolo: “Per completa informazione, nella vita reale ovviamente supporto i diritti della comunità trans. Supporto tutti i diritti umani e quelli della comunità trans rientrano tra questi. Vivete al meglio, usate i vostri pronomi preferiti, appropriatevi del genere che sentite più adatto a voi“.

Le reazioni del pubblico non si sono fatte attendere e si sono diffuse rapidamente sui social. Molti hanno cancellato l’account Netflix, altri si sono sentiti discriminati e altri non riescono a credere che questo Gervais sia lo stesso che ha creato After Life. Tuttavia, come lui stesso ha detto in un’intervista, per lui è importante parlare di tematiche considerate tabù.

Christian Savino
Christian, 24 anni. Appassionato di tecnologia e musica da sempre. Autore per TecnoAndroid dal 2019.