Ferrari, 458 Italia, Justin Bieber, blacklist

Ferrari ha deciso di inserire Justin Bieber nella propria black list. Il cantante canadese non potrà più acquistare le vetture del Cavallino Rampante fino a data da destinarsi. La decisione da parte dell’azienda di Maranello è arrivata in seguito ad alcune azioni ritenute poco rispettose verso la propria vettura.

Infatti, chi acquista una Ferrari deve rispettare alla lettera un codice etico stabilito dalla casa e che non può essere assolutamente infranto. I principi da rispettare, tra le altre cose, riguardano la cura della vettura e il comportamento alla guida. Se non si dovessero seguire le clausole previste, il Cavallino Rampante si riserva il diritto di non fare più affari con il trasgressore.

È proprio quanto successo con Justin Bieber che ha più volte “offeso” il brand di Maranello. Come pubblicizzato anche sui social, il cantante ha parcheggiato la propria Ferrari 458 dimenticandosi dove fosse posizionata. La vettura è stata ritrovata solo due settimane dopo grazie ad un membro del suo staff.

 

Justin Bieber non potrà più acquistare una Ferrari, il cantante è stato inserito nella black list di Maranello a causa del suo comportamento

Inoltre, Justin Bieber ha fatto riverniciare sempre la stessa vettura dalla West Coast Customs e, in seguito, ha anche messo all’asta il veicolo. Si tratta di azioni che non possono essere effettuate in autonomia dai proprietari come indicato nel codice etico. Infatti, prima di modificare una Ferrari, c’è bisogno di ottenere l’approvazione della casa madre.

In seguito a questa somma di eventi, Ferrari ha deciso di impedire a Justin Bieber ogni futuro acquisto. Il cantate si unisce quindi ad altri nomi famosi che fanno parte della blacklist di Maranello come 50 Cent, Tyga, Floyd Mayweather, Nicolas Cage e Kim Kardashian.

Alessio Amoruso
Economics & Marketing Student, Tech enthusiast, Star Wars Fan and Blogger