Recensione Annke C800: telecamera PoE 4k con supporto codec H.265+

Camera 4K con supporto ai codec codec H.265+, visione notturna, cancellazione del rumore e compatibilità con PoE.

La nuova IP Camera C800 di Annke monta un sensore Sony di qualità, che gli permette di catturare video in risoluzione 4K con supporto ai codec codec H.265+.

Design e materiali

 

È anche resistente a condizioni climatiche estremamente calde e fredde (-30 °C – 60 °C). Certificata IP67 per l’impermeabilità, potrebbe resistere immersa in 1 metro di acqua per 30 minuti.

Composta da una base di plastica bianca con una staffa staccabile per poterla ancorare al soffitto, ruota di 360 l’angolo purtroppo la camera non è motorizzata e l’inquadratura va regolata a manualmente solo sull’asse Y.

Dalla camera escono due cavi: il primo per collegarsi a uno switch PoE con lo standard Ethernet RJ45, assente il Wi-Fi.

Il connettore può essere anche utilizzato per l’alimentazione, in quanto la IP Cam supporta lo standard PoE, in alternativa possiamo usare il secondo cavo per l’alimentazione tramite un trasformatore da 12v e 1A.

Nella scatola ci sono il manuale in inglese molto completo, le viti di montaggio, gli adattatori per i cavi, un adesivo per aiutarci nel realizzare i fori di fissaggio alle pareti nonché un adesivo di avviso che la zona è videosorvegliata.

Purtroppo è necessario comprare a parte un PoE Injector per permetterci di alimentarla e collegarla in rete attraverso il cavo di rete.

Caratteristiche principali

L‘obiettivo è un varifocale da 2,8-12 mm (zoom ottico 4x) con autofocus e adotta un sensore Sony IMX274 da 8 MP con ottica grandangolare da 124°,assicurando fino a 30 metri di profondità di visione notturna grazie agli infrarossi,

Buona la registrazione audio dal microfono integrato, che ha la cancellazione attiva del rumore, ma è monodirezionale.

Adotta la tecnologia di visione notturna EXIR 2.0 per un aumento del 30% dell’efficienza luminosa anche in condizioni di bassissima illuminazione di 0,01 lux.

Compatibile con schede MicroSD fino a 128 GB, monta una CPU Cortex A17 quad-core 128 MB di memoria flash e 256 MB di RAM.

 

App Mobile e Desktop

L’app Annke Vision consente di effettuare il pairing utilizzando la funzione scansione QR Code e inquadrando il codice a barre posteriore con il numero di serie, impostare un alias alla camera ed impostare una password per criptare i video registrati.

L’interfaccia grafica è semplice, dalla sezione i “miei dispositivi” al centro dell’interfaccia del menu Anke Vision possiamo accedere al Live View della camera.

Nella parte superiore del Live View troviamo lo streaming video, subito sotto abbiamo i pulsanti rapidi per effettuare uno scatto fotografico, avviare la registrazione, attivare o disattivare il microfono e allargare a tutto schermo.

Nella parte inferiore è possibile selezionare la qualità di ripresa video tra HD (che in realtà registra in 4K – 3840 x 2160), Standard o base (640 × 368).

Oltre alla selezione della qualità video ci sono anche lo zoom (fino a 8x digitali), play/pause e il pulsante per ribaltare l’immagine di 180°.

Naturalmente il massimo delle personalizzazioni si può avere solo installando la versione desktop Guardian Vision, disponibile per Windows o Mac, dalla quale è possibile selezionare risoluzione, frame rate e, soprattutto, il codec video.

Purtroppo il software desktop è meno intuitivo e semplice della versione mobile, ma le personalizzazioni sono davvero tantissime.

Prestazioni

Non mancano la funzionalità PIR per dare l’allarme in caso di rivelazione di movimento, che invia un avviso tramite app se viene identificato un movimento, e la possibilità personalizzare le zone di ripresa, escludendo all’occorrenza una determinata zona inquadrata.

L’ultimo aggiornamento di firmware consente il rilevamento di persone e veicoli, configurabile purtroppo solo dall’interfaccia desktop e non nell’app mobile, le istruzioni al seguente link:

https://help.annke.com/hc/en-us/articles/4411580855577

Supporta diversai standard di compressione:H.264, H.265 e persino H.265+, che è ottimo per mantenere i file video più piccoli, ma senza influire troppo sulla qualità.

La qualità delle riprese in 4K è davvero notevole, molto nitide e si riesce a percepire la scelta di un sensore d’immagine di qualità, non si perde molto in nitidezza anche con lo zoom fino a 4X, molto buona anche la soppressione dei rumori del microfono.

Conclusioni

Annke C800 costa circa 75 euro ed ha un buon qualità di immagine anche al buio, come una buona qualità audio anche se monodirezionale ed il supporto ai codec codec H.265+ è un valore aggiunto.

La connessione cablata consente un minor lag durante le riprese audio video e una maggior sicurezza contro eventuali jammer che potrebbero mettere in crisi una connessione wireless.

Consigliata soprattutto a chi possiede o intende acquistare un Network Video Recorder, che ne apprezzerà la qualità di immagini e costruttiva superiore alle ipcam wireless della stessa fascia di prezzo.

Annke C800

89,99
8

Design e materiali

7.5/10

Visione notturna

8.5/10

Qualità immagini

8.5/10

Prezzo

8.5/10

Software

7.0/10

Pro

  • Qualità immagine
  • Ampiezza angolo visione
  • Codec H265+
  • PoE

Contro

  • Niente Wi-Fi
  • software desktop completo ma complesso
Davide Gilardi
classe '89, laurea in Economia e tanta passione per la tecnologia: mi piace smontare ogni cosa e capirne il funzionamento, soprattuto se si tratta di smartphone, computer o veicoli a 2 e 4 ruote!