Gli scienziati dopo tanti sforzi sono riusciti a completare gli ultimi tasselli per redimere una mappa completa all 100% del genoma umano.

Genoma Umano, mappa completa, un risultato storico

Dopo tanti fallimenti, la perseveranza ha premiato gli scienziati che hanno completato la mappatura al 100% del Dna umano. Un lavoro durato 21 anni che ha richiesto la collaborazione di oltre 100 tra i più illustri scienziati del mondo.

Fino ad ora la mappa era completa al 92% e quell‘8% mancante sfuggiva continuamente rimanendo oscuro e sconosciuto.

A riuscire nell’impresa sono stati i ricercatori del Consorzio ‘Telomere To Telomere’, un gruppo che racchiude gli studiosi del National Human Genome Research Institute Usa, l’università della California e quella di Washington.

Seppur l’8% mancante potrebbe sembrare un dato minore, questo racchiude oltre 200 milioni di parti, che fino a questo momento erano sconosciute e contrassegnate con un semplice N. Lo studio è stato pubblicato sull’autorevole rivista ‘Science’.

Eric Green direttore del Nhgri ha cosi commentato: ‘La generazione di una sequenza del genoma umano veramente completa rappresenta un incredibile risultato scientifico. Queste informazioni fondamentali rafforzeranno i numerosi sforzi in atto per comprendere tutte le sfumature funzionali del genoma umano. A loro volta queste informazioni rafforzeranno gli studi genetici sulle malattie umane”.

Anche nel 2003 un gruppo di ricercatori tento di studiare l’8% del DNA mancante ma nonostante il grande impegno non riuscirono nell’impresa. Le parti mancanti furono quindi definite come spazzatura genetiche, ovvero parti non interessanti.

In realtà dopo questo nuovo successo gli studiosi si sono resi conto che alcune parti fondamentali e importanti erano contenute proprio nelle sezioni mancanti.

Ora, grazie a questa incredibile scoperta si potranno ottenere mappe più accurate per 5 bracci cromosomici, e ciò permetterà a sua volta nuovi filoni di ricerca scrive l’Adnkronos.

Se questo articolo ti è piaciuto potresti dare uno sguardo a: Nuovi studi sul nostro Sole scoprono un tipo di onde sconosciute

Mirko Pili
Autore Tecnoandroid con la passione per l'informatica. Ragioniere e perito commerciale mi occupo di Trading e commercio online.