Elon Musk ha dichiarato che il piano di SpaceX per colonizzare Marte consentirà all’umanità di diventare non solo multiplanetaria ma anche interstellare.

Il CEO di SpaceX sta attualmente sviluppando nuovi razzi Starship per trasportare passeggeri e merci nel Sistema Solare. L’obiettivo finale è creare una colonia autosufficiente sul Pianeta Rosso. Musk ritiene che sia fondamentalmente necessario garantire la sopravvivenza a lungo termine dell’umanità come specie.

La tempistica per raggiungere questo obiettivo è stata rinviata più volte. Anche se, le prime missioni cargo interplanetarie potrebbero aver luogo nel 2024 o nel 2026, quando le orbite della Terra e di Marte si allineeranno. Si spera che una colonia completamente autosufficiente possa nascere intorno al 2050. Musk debba ancora parlare pubblicamente dei progetti futuri.

Musk e SpaceX puntano nuovamente su Marte, l’obiettivo è colonizzare il pianeta

In risposta a una domanda di uno dei suoi follower su Twitter – su un concetto filosofico relativo alla probabilità che una specie raggiunga uno stadio di sviluppo sufficientemente avanzato per esplorare lo spazio prima di estinguersi – Musk ha spiegato le sue aspettative sull’umanità.

“Se saremo in grado di rendere la vita autosufficiente su Marte, avremo superato uno dei più grandi ostacoli. Questo ci prepara a diventare interstellari”. “La Terra ha circa 4,5 miliardi di anni. Tuttavia, non siamo ancora multiplanetari e non sappiamo quanto tempo ci resta per diventarlo”. Ci sono già stati diversi test di volo ad alta quota del razzo di nuova generazione. Una volta completata, l’astronave e il relativo razzo saranno i più potenti mai costruiti. Saranno in grado di produrre il doppio rispetto a Saturn V della Nasa utilizzato durante le missioni Apollo.

“Affinché la vita diventi multiplanetaria, avremo bisogno forse di 1.000 navicelle, o qualcosa del genere”, spiega Musk. “A lungo termine, è essenziale. Alla fine accadrà qualcosa alla Terra, si spera non presto, di naturale o artificiale, che causerà la fine della civiltà. La probabile durata della civiltà è maggiore se siamo una specie multi-pianeta”. La data di lancio esatta per il prossimo importante test di Starship deve ancora essere stabilita. Anche se Musk ha già dichiarato quanto sia improbabile che questo progetto si riveli un successo completo, aggiungendo: “però penso che faremo molti progressi”.