Tesla, Elon Musk, Model S, Model 3, Model X, Model Y, Cybertruck, Roadster, low-cost

In queste ore si è verificato un problema molto particolare che ha colpito gli utenti Tesla. I proprietari di un veicolo elettrico dell’azienda di Elon Musk sono rimasti chiusi fuori dalle proprie vetture senza possibilità di accedere all’abitacolo.

La causa di questo problema era legata all’applicazione proprietaria usata per gestire tutte le funzionalità del veicolo. L’app non riusciva a raggiungere i server di Tesla e di conseguenza era impossibile comunicare con la vettura.

Al momento non è chiara la portata del bug, ma ipotizziamo possa essersi verificato a livello mondiale coinvolgendo tantissimi utenti. Infatti, l’applicazione è fondamentale per poter sfruttare appieno tutte le feature tra cui la possibilità di sbloccare le portiere e avviare il motore.

 

I server di Tesla sono andati offline e gli utenti che utilizzano l’applicazione ufficiale sono rimasti chiusi fuori dalle proprie auto

Nonostante l’app Tesla sia lo strumento di interfaccia principale con le vetture, non si tratta dell’unico mezzo a disposizione degli utenti. Proprio per prevenire questa tipologia di problemi, è possibile collegarsi ai veicoli elettrici tramite il bluetooth.

Inoltre, l’azienda di Elon Musk fornisce anche delle chiavi NFC per sbloccare le portiere e quindi accedere all’abitacolo. Tuttavia, è chiaro che gli utenti abituati ad utilizzare l’app si siano trovati spiazzati a causa dei server offline.

Molti utenti non avevano a portata di mano le chiavi utilizzando come strumento principale l’applicazione per smartphone, ritrovandosi completamente bloccati. L’azienda californiana ha confermato di  Sulla questione è intervenuto perfino lo stesso Elon Musk che con un Tweet ha chiesto scusa a tutti i proprietari di una Tesla per il disservizio.