IPTV: stangata per 1800 utenti in provincia di Varese, ecco le multe

Avere un abbonamento in casa che riesca a predisporre un buon piano per avere tutti i canali pay TV è ormai obbligatorio se amate lo sport e il cinema. Tutti gli utenti infatti sanno che sono molteplici le soluzioni, anche se qualcuno si affida ormai alle strade più sommerse. Stiamo parlando della pay TV secondo la pirateria, la quale viene fuori con i classici abbonamenti IPTV. Questi sono ormai il target principale della Guardia di Finanza che avrebbe scoperto nuove piattaforme. 

L’uso delle VPN ha contribuito alla crescita di questi servizi. Sfruttata in modo legale, una VPN è un servizio consigliatissimo e facile da usare essendo protetti in rete, e che se usato con i più noti servizi di streaming (Netflix, Amazon Prime Video) da accesso a cataloghi più vasti. NordVPN, la migliore VPN attuale, offre un ottimo servizio ed è in offerta con un prezzo scontatissimo.

 

IPTV: nuova retata contro 1800 utenti a Varese, ecco le conseguenze

La Guardia di Finanza ha scoperto anche in questo caso ben 1800 utenti in provincia di Varese. Tutti saranno ora multati con sanzioni che partiranno da un minimo di 1000 €, mentre alcuni finiranno addirittura davanti ad un giudice. Per quanto riguarda questi ultimi, si tratta dei gestori dei siti.

Il susseguirsi di azioni di contrasto sempre più frequenti ed efficaci sono il risultato della stretta collaborazione tra industria e forze dell’ordine, a cui vanno i nostri ringraziamenti per l’impegno nella lotta ad un fenomeno criminale che danneggia l’intera industria sportiva, dallo sport amatoriale, agli appassionati, fino ai detentori dei diritti e i broadcaster, distruggendo posti di lavoro e creatività“.