Gli abbonamenti IPTV sono diventati purtroppo un must in Italia, dove tantissimi utenti scelgono tale soluzione per evitare le classiche opportunità concesse da licenziatari del calibro di DAZN, Sky, Prime Video ecc. La Guardia di Finanza è ben attenta a tutto questo e sta provando in ogni modo ad individuare le piattaforme per smantellarle. Le indagini del corpo delle fiamme gialle vanno quindi avanti, producendo talvolta anche risultati davvero eccezionali.

L’uso delle VPN ha contribuito alla crescita di questi servizi. Sfruttata in modo legale, una VPN è un servizio consigliatissimo e facile da usare essendo protetti in rete, e che se usato con i più noti servizi di streaming (Netflix, Amazon Prime Video) da accesso a cataloghi più vasti. NordVPN, la migliore VPN attuale, offre un ottimo servizio ed è in offerta con un prezzo scontatissimo.

 

IPTV: a Varese 1800 utenti identificati dalla Guardia di Finanza, saranno multati

Secondo quanto raccontato dei principali organi di stampa, un uomo residente in provincia di Varese sarebbe stato denunciato dalla Guardia di Finanza. La sua attività consisteva nel vendere abbonamenti pirata in più regioni italiane. Ora l’accusa è quella di contraffazione, violazione della proprietà intellettuale e frode informatica. Gli abbonati, circa 1800, ora saranno multati con una sanzione che partirà da 1000 €.

Il susseguirsi di azioni di contrasto sempre più frequenti ed efficaci sono il risultato della stretta collaborazione tra industria e forze dell’ordine, a cui vanno i nostri ringraziamenti per l’impegno nella lotta ad un fenomeno criminale che danneggia l’intera industria sportiva, dallo sport amatoriale, agli appassionati, fino ai detentori dei diritti e i broadcaster, distruggendo posti di lavoro e creatività“.