blank

Come durante le fasi più drammatiche della pandemia, anche in queste ultime settimane WhatsApp continua ad essere al centro del dibattito per la sua utilità in campo di informazioni. La piattaforma di messaggistica istantanea, purtroppo, negli ultimi mesi è passata alle cronache come luogo ideale per la circolazione di fake news e messaggi fasulli. Da mesi, ad esempio, su WhatsApp vengono condivise finte notizie relative alla campagna di vaccinazione.

 

WhatsApp, tornano a spopolare le fake news sui vaccini

I messaggi sulla campagna di vaccinazione contro il coronavirus che vengono condivisi su WhatsApp sono un vero e proprio boomerang per la salute pubblica. Molte persone, proprio dopo aver letto fake news sulla chat, hanno deciso di non sottoporti all’immunizzazione Covid.

Dopo le tante notizie – anche queste fasulle – che si sono lette sul siero di AstraZeneca, in queste ultime settimane la gran parte dell’attenzione mediatica su WhatsApp si è spostata sui sieri di Pfizer. Alcuni malintenzionati condividono messaggi che affermano la totale mancanza di protezione del vaccino dalla nuova variante Delta. Altre comunicazioni, invece, sottolineano una serie di effetti collaterali seri legati alla somministrazione.

La letteratura scientifica, attraverso articoli delle riviste più accreditate come il New England Journal of Medicine Lancet, ha rigettato in diverse occasioni tali ipotesi. I numeri e i dati confermano che Pfizer rappresenta un vaccino ottimo per contrastare la variante Delta, con effetti collaterali tendenzialmente molto blandi.

Se si leggono messaggi di questo calibro, quindi, gli utenti di WhatsApp non devono indugiare e devono subito ricorrere alla cancellazione della comunicazione sospetta.