Microsoft ritorno al lavoro in ufficio rimandatoAlcune informazioni sul prossimo computer di Microsoft, il nuovo Microsoft Surface Pro 8, sono trapelate online a distanza di pochi giorni dal lancio ufficiale.

L’utente Shadow_Leak ha condiviso alcuni dettagli su Twitter. Secondo le voci il nuovo dispositivo Microsoft supporta il processore Intel Core di 11a generazione. Inoltre, dispone di uno schermo da 13 pollici a 120Hz con alta frequenza di aggiornamento, doppie porte Thunderbolt e unità SSD sostituibili. Una funzionalità presente in altri prodotti della linea Surface.

Il nuovo Microsoft Surface Pro 8 costerà 799 dollari, anche se questi dettagli non erano ancora stati confermati ufficialmente. L’utente Shadow_Link ha anche rilasciato alcune foto del nuovo Surface Go 3, che sembra piegarsi completamente all’indietro per un’esperienza simile a un tablet. L’evento Surface di Microsoft è fissato per oggi 22 settembre. In occasione di questo evento sono in programma i lanci ufficiali di Surface Go 3, Surface Pro X e Surface Book 4 e il suo smartphone Surface Duo 2.

Microsoft Surface Pro 8: dettagli trapelati online prima del lancio ufficiale

Il Surface Duo 2 è trapelato online a luglio di quest’anno. Le prime immagini suggeriscono che avrà un ampio array di fotocamere sul retro composto da tre obiettivi – uno standard, un teleobiettivo e un obiettivo ultra grandangolare – anche se è possibile che il gigante dell’informatica possa cambiare idea prima del lancio.

Tutti i prossimi dispositivi Microsoft, a parte Surface Duo 2 basato su Android, eseguiranno Windows 11. Il sistema operativo più recente dell’azienda è stato annunciato mesi fa, ma ha suscitato alcune polemiche poiché molti computer della generazione attuale non sono in grado di aggiornarsi correttamente a causa a un requisito di nicchia. Questo requisito implica che anche alcuni dei computer Microsoft, inclusi i tablet Surface Pro, Surface Hub e Surface Studio, non sono in grado di eseguire Windows 11. Il macOS di Apple, al contrario, supporta i dispositivi dal 2013.