Qualcomm, Snapdragon, logo, Snapdragon Wear 5100

Qualcomm sta lavorando sullo sviluppo della nuova piattaforma hardware Snapdragon Wear 5100. Si tratta del System-on-Chip di nuova generazione che sarà utilizzato sui prossimi smartwatch realizzati dai vari produttori.

Il SoC andrà a prendere il posto dell’attuale Snapdragon Wear 4100+ utilizzato sugli orologi smart più recenti. L’idea di Qualcomm è quella di creare un chipset realizzato con processo produttivo a 5nm in grado di garantire prestazioni maggiori e consumi ridotti.

Stando alle prime indiscrezioni emerse, il SoC del chipmaker americano sarà caratterizzato dal numero di modello SW5100 che rispecchierebbe il possibile nome Snapdragon Wear 5100. Lo sviluppo è attualmente in corso presso i laboratori di Qualcomm.

 

Qualcomm sta lavorando sullo Snapdragon Wear 5100

Il cuore del chipset saranno quattro core ARM Cortex-A53 in grado di garantire consumi estremamente ridotti e quindi aumentare l’autonomia disponibile. Questa soluzione sembra aver preso definitivamente il posto dei core Cortex-A73 precedentemente indicati.

Il produttore sembra intenzionato a sacrificare la potenza generale del proprio SoC utilizzando core meno prestazionali. Tuttavia, il vantaggio di questa decisione è quello di sfruttare meglio l’energia disponibile, allungando l’autonomia dei vari dispositivi.

Questo approccio è facilitato dalla ridotta potenza di calcolo relativa alle funzioni che uno smartwatch deve gestire. Il SoC Snapdragon Wear 5100 sarà quindi in grado di svolgere tutte le attività principali senza problemi, eccellendo nella gestione energetica. Il SoC sarà in grado di gestire fino a 2 GB di RAM LPDDR4X e fino a 16 GB di memoria interna MMC 5.1. 

Non resta che attendere maggiori dettagli sul nuovo chipset di Qualcomm che certamente diventerà il punto di riferimento per il settore smartwatch.