Google, Pixel 6, Pixel 6 Pro, fotocamera, Google Silicon

Google sta lavorando per ultimare la realizzazione della nuova famiglia Pixel 6. Ci aspettiamo il lancio di due device, uno che darà il nome alla serie e l’altro che sarà caratterizzato dal suffisso Pro.

Nonostante a Mountain View non abbiano ancora rilasciato informazioni ufficiali, possiamo lo stesso scoprire alcuni dettagli sui device. Infatti, alcuni insider hanno svelato delle indiscrezioni molto interessanti.

Per i nuovi Pixel 6, Google ha scelto di adottare una tecnologia di ricarica a 33W. Questo significa che i device saranno dotati di ricarica rapida ma non delle più performanti. Basti pensare che molti produttori adottano da tempo la ricarica rapida a 65W e alcuni flagship arrivano anche a 120W.

 

Emergono nuovi dettagli sui tanto attesi Google Pixel 6 e 6 Pro

Inoltre, Google ha deciso di rimuovere il caricabatterie dalle confezioni di vendita. Questa scelta avrà sicuramente motivi ambientali ma anche economici per il produttore. Inoltre, in questo modo Big G si allinea a quanto fatto da tutti i principali brand tecnologici.

Guardando alle possibili specifiche tecniche, i Pixel 6 saranno spinti da un chipset Tensor, nome ufficiale del SoC precedentemente noto come Whitechapel. Dal punto di vista dell’architettura, ci aspettiamo molte somiglianze con la famiglia Exynos di Samsung e performance simili ad uno Snapdragon 870.

Ci saranno novità anche per il comparto fotografico dei due deivce sarà diverso tra i due device. Pixel 6 potrà contare su una doppia fotocamera mentre la variante Pro su tre ottiche tra cui un teleobiettivo a 4x.

Infine, sempre la stessa fonte sostiene che Google potrebbe aver rinviato il progetto di uno smartphone pieghevole. Non è chiaro se si tratta semplicemente di un rinvio o di una cancellazione definitiva, ma probabilmente ne sapremo di più nel corso delle prossime settimane.