Microsoft, Windows 11, Windows 10, sistema operativo, update

Il passaggio a Windows 11 rappresenterà un enorme cambiamento per tutti gli utenti. Il nuovo sistema operativo di Microsoft si preannuncia più veloce e funzionale ma a quanto pare anche più chiuso rispetto al passato.

Infatti, secondo quanto rilevato dai ragazzi di The Verge, Microsoft renderà più complicata la procedura per cambiare browser web. Il sistema operativo prevede Edge come applicazione predefinita ma gli utenti possono scegliere liberamente quale utilizzare.

Tuttavia, impostare un browser alternativo richiederà una procedura leggermente più lunga e tediosa che potrebbe scoraggiare qualche utente. Inoltre, Windows 11 continuerà ad utilizzare Edge come browser predefinito per alcune operazioni come le ricerche effettuare tramite Cortana.

 

Microsoft sembra intenzionata a rendere complicato il passaggio da Edge ad altri browser su Windows 11

Questo significa che Edge sarà integrato direttamente nel sistema operativo e non sarà solo un’applicazione esterna. Resterà possibile utilizzare Firefox, Chrome, Vivaldi e Opera ma non con la stessa efficacia rispetto al browser ufficiale di Microsoft.

Una volta installato un browser alternativo, verrà mostrata la notifica che permette di sceglierlo come browser di sistema. Questo sarà l’unico modo per cambiare con facilità l’app predefinita per la navigazione web.

Per impostare manualmente il tutto bisognerà navigare tra le impostazioni e selezionare singolarmente le tipologie di file che possono essere aperte tramite un browser diverso da Edge. Per esempio, le estensioni da modificare manualmente potrebbero essere HTM, HTML, PDF, XHTML, FTP e HTTP.

Emerge chiaramente che non tutti gli utenti potrebbero essere in grado di compiere un’operazione del genere. Ecco quindi che lo scenario più plausibile sarà l’abbandono di tutti i competitor per utilizzare esclusivamente Edge su Windows 11.