blank

A quanto pare Mastercard ha preso una decisone al quanto radicale ma che sa di passo verso il futuro per le proprie carte, ha infatti intenzione di eliminare la banda magnetica dalle proprie carte, un processo che inizierà nel 2024 e che nel 2033 culminerà con la completa assenza di carte con banda magnetica in favore di soluzioni con chip di maggiore sicurezza e con più funzionalità.

Sarà la prima rete di pagamento ad eliminare la banda magnetica dopo averla ingaggiata negli anni 60′ dopo la loro creazione da parte di IBM.

 

Scomparsa graduale ma inevitabile

Le dichiarazioni ufficiali di Mastercard attestano che il processo di eliminazione partirà dal 2024 in alcune nazioni precise per poi estendersi al resto, un esempio è l’Europa dove le carte con chip sono ampiamente utilizzate, a partire dal 2027 anche le banche negli Stati Uniti non saranno più obbligate a emettere carte dotate sia di chip che di banda magnetica, permesso che invece dal 2029 si tradurrà nella totale scomparsa delle carte di tale tipologia, entro il 2033 tutte le carte di credito o debito Mastercard non avranno più la banda magnetica.

Da quando le carte con chip sono state introdotte negli anni 90′, l’uso della banda magnetica ha subito un crollo a dir poco terrificante, ben l’86% delle trasnazioni si basa sull’uso del chip, dettaglio che a mastercard non è sfuggito.

Come se non bastasse, l’incredibile breakout dei metodi contactless durante la pandemia, sfruttato sia via chip che via smartphone, ha portato ad una crescita di ben 1 miliardo di transazioni in più tramite tale metodo, ulteriore tassello dunque che si muove contro la banda magnetica.