blank

Il mondo delle crypotvalute e della finanza decentralizzata ha segnato nei giorni scorsi un nuovo record quasi incredibile, è avvenuto infatti l’attacco più grande che si ricordi che ha portato alla perdita di ben 611 milioni di dollari da tre blockchain, un valore mostruoso.

Il gruppo hacker in questione ha sottratto la somma da tre blockchain sfruttando una falla di sicurezza, solo che non sono ancora stati individuati con grande sconcerto di Poly Network.

 

Anche Poly Network dice la sua

Ovviamente anche la parte direttamente coinvolta, ovvero Poly Network, si è espressa in merito, infatti con un tweet sulla sua pagina ufficiale ha cercato attraverso il dialogo di indurre gli hackers a mettersi in contatto con la piattaforma stessa:

La piattaforma ha infatti segnalato gli indirizzi ove sono stati trasferiti quei tokens, ovvero Ether, BinanceChain e Polygon, rilasciando un messaggio ufficiale dove avvisa gli hackers invitandoli caldamente a cercare la comunicazione con loro, dal momento che le autorità stanno indagando e considereranno il crimine compiuto come un reato di economia maggiore.

Stando a quanto emerso dalle analisi della rete gli hacker hanno sottratto 273 milioni di dollari da Ethereum, 85 milioni di dollari in USD Coin dalla rete Polygon e 253 milioni di dollari da Binance Smart Chain.

La piattaforma ha chiesto aiuto all’agenzia di sicurezza SlowMist, la quale ha identificato l’indirizzo e-mail, l’indirizzo IP e l'”impronta digitale” del dispositivo dell’aggressore, riuscendo a risalire all’intera pianificazione dell’attacco, che secondo loro per l’appunto è stato progettato e costruito per molto tempo con un lavoro di un team ben organizzato.