Fisco

Sono ufficiali le nuove direttive per il Fisco e per il prossimo invio delle tasse non riscosse nelle case degli italiani. Gli ultimi decreti del Governo hanno fissato le nuove scadenze per la questione spinosa delle cartelle esattoriali.

 

Fisco, il pagamento delle tasse è sposato a Settembre

Il 30 Giugno il Governo ha approvato un Decreto Legge in cui viene concessa un’ulteriore proroga ai cittadini. Allo stato attuale, l’invio delle tasse e delle cartelle esattoriali da parte del Fisco è bloccato almeno sino al prossimo 31 Agosto. Questa dovrebbe essere l’ultima proroga concessa ai cittadini. Ciò significa che, pandemia permettendo, a partire dal 1 Settembre l’Agenzia delle Entrate tornerà a pieno regime.

Questa proroga è solo l’ultima di una serie di rinvii per le cartelle esattoriali. Il blocco parziale del Fisco è stato dovuto nei precedenti mesi alla grave situazione economica legata all’emergenza pandemica. A beneficiare di tale misura sono stati sia i cittadini che le Partite IVA in debito con l’Erario.

I numeri presentati dal Fisco nelle ultime settimane sono rilevanti. L’Agenzia delle Entrate si prepara ora ad inviare ben 50 milioni di cartelle esattoriali nelle case dei cittadini. In termini di valore assoluto, potrebbero essere più di 9 milioni gli italiani interessati dai tributi in arretrato.

L’obiettivo del Fisco è quello di completare l’invio di questa vasta mole di comunicazioni entro la fine dell’anno. Con la partenza prevista il 1 Settembre, è già emerso un protocollo con priorità assoluta per le spedizioni. Per raggiungere l’obiettivo l’Agenzia delle Entrate si avvarrà del supporto logistico di Poste Italiane.