Apple, Intel, SoC, TSMC, iPhone 14, iPhone 13

In queste ore, sembra che Apple abbia richiesto a TSMC la fornitura di oltre 100 milioni di System on Chip di nuova generazione. Il riferimento è chiaramente ai SoC A15 Bionic che saranno equipaggiati sulla nuova famiglia iPhone 13.

L’indiscrezione è stata lanciata da WccFTech e le voci interne confermano che Apple si sta preparando ad affrontare una forte domanda per i nuovi device flagship. Rispetto agli iPhone 12, la richiesta di componenti è aumentata del 20%.

Questa situazione lascia intendere che l’azienda di Cupertino prevede che le vendite di iPhone 13 saranno estremamente elevate. Per questo motivo si sta preparando al meglio chiedendo un maggiore impegno anche ai propri fornitori tra cui TSMC.

 

Apple rivede al rialzo le stime di domanda per i nuovi iPhone 13

Il chipmaker è il più grande fornitori di chip al mondo e sta lavorando sulla realizzazione proprio dell’A15 Bionic. Nonostante il SoC sarà il cuore pulsante di iPhone 13, Apple non lo userà esclusivamente per il settore smartphone.

Il chipset infatti sarà utilizzato anche per la nuova famiglia di tablet realizzati da Cupertino tra cui i nuovi iPad Mini 6. Il debutto degli smartphone e dei tablet è previsto per la seconda metà dell’anno e non è chiaro se arriveranno insieme o con eventi di presentazione separati.

Inoltre, il prossimo anno Apple potrebbe far debuttare la nuova generazione di iPhone SE. Molto probabilmente questo device potrà sfruttare sempre il SoC A15 Bionic e condividere parte della scheda tecnica con la famiglia iPhone 13.

Dal punto di vista prestazionale, il chipset A15 Bionic sarà una diretta evoluzione dell’A14 Bionic ma con alcune differenze. TSMC sta lavorando per aumentare la potenza e ridurre i consumi, così da rendere la nuova soluzione più prestazionale della precedente ma al tempo stesso limitare il consumo della batteria.