Postepay: rischio truffa phishing con un nuovo messaggio segnalato

L’agenzia nazionale che vanta il maggior numero di clienti è senza alcun dubbio Poste Italiane, l’ente vestito di giallo infatti, conta un numero di clienti davvero estremo, conquistato negli anni grazie ai propri servizi sempre aggiornati e ad un costo decisamente accattivante, basti pensare alle famose PostePay o al conto BancoPosta.

Ovviamente però, avere una platea di clienti così estesa ha anche un lato oscuro, spesso Poste è infatti involontaria protagonista di numerosi tentativi di truffa portati avanti da malintenzionati che sfruttano il suo buon nome indebitamente per trarre in inganno i clienti, fenomeno molto presente a causa del loro elevato numero che così incrementa il tasso di probabilità di successo.

Generalmente questi attacchi prendono corpo in SMS o mail di phishing che cercano con l’inganno di spingere chi legge a compiere azioni, in modo da far trapelare inavvertitamente i loro dati sensibili.

 

Phishing Poste Italiane

blank

L’attacco phishing in questione come potete ben leggere prende corpo in un SMS spacciato indebitamente per una comunicazione di Poste Italiane che dovrebbe avvisare chi legge di un’anomali sul suo conto, da risolvere verificando il tutto presso un apposito link inserito poco più in basso.

Inutile stare a dire che si tratta di una truffa bella e buona, quel link infatti rimanda alla pagine ruba credenziali bella e buona, ove non appena digitate verrebbero inviate ai truffatori.

Il consiglio è quello di avere occhio scettico e malfidato, dal momento che Poste non adopera degli SMS così banali e caserecci per comunicare con i propri clienti.