oneplus-sistema-operativo-oppo

Mezzo mese dopo che OnePlus ha annunciato che sta diventando un sottomarchio Oppo, ha rivelato che sta anche fondendo il suo OxygenOS con ColorOS della sua nuova società madre. I due marchi sono giunti alla decisione di ‘sfruttare al meglio le loro risorse condivise’ e di standardizzare l’esperienza software in tutti i loro device.

OxygenOS sarà ancora il sistema operativo per i dispositivi OnePlus rilasciati a livello globale. Come nota 9to5Google, gli smartphone OnePlus rilasciati in Cina eseguono già ColorOS e probabilmente rimarrà così. Tutti i nuovi dispositivi che il marchio secondario rilascerà eseguiranno il nuovo OxygenOS, mentre i dispositivi attuali che stanno ancora ricevendo aggiornamenti riceveranno la nuova piattaforma tramite un aggiornamento via etere.

OnePlus continuerá ad essere indipendente nonostante la fusione

Parlando di aggiornamenti, OnePlus promette un supporto per gli aggiornamenti Android migliore e più lungo, che ora rivaleggia con quello di Samsung. La serie OnePlus 8 e i nuovi dispositivi del marchio riceveranno tre importanti aggiornamenti Android e quattro anni di aggiornamenti di sicurezza in futuro.

Nel frattempo, il primo Nord e tutti i nuovi dispositivi Nord e Nord CE riceveranno due importanti aggiornamenti di sicurezza per Android e tre anni. Infine, gli smartphone economici della serie Nord N a partire da N10 e N100 riceveranno un importante aggiornamento Android e tre anni di aggiornamenti di sicurezza. Sfortunatamente, puoi continuare ad aspettarti due importanti aggiornamenti di Android e tre anni di sicurezza se hai un device più vecchio di OnePlus 8.

Quando è stata annunciata la fusione, le società hanno affermato che OnePlus rimarrà gestita in modo indipendente.