Vodafone: nuove rimodulazioni, la compagnia non dà tregua ai suoi clienti

Colpo basso per i clienti e non, della compagnia telefonica Vodafone. Il motivo? Ovviamente gli aumenti delle tariffe per mano dell’operatore rosso. Non si può dire lo stesso di Iliad, la quale continua continua a difendere le sue promo iniziali mantenendo lo stesso costo da sempre.

Vodafone: questa volta la compagnia non ci è andata leggera

Le rimodulazioni di Vodafone hanno avuto inizio il 26 giugno, quando l’operatore ha comunicato ad alcuni clienti le modifiche unilaterali del contratto. Trattasi di aumenti pari a 0,49€0,99€ e 1,99€ sulla tariffa mensile, i quali andranno ad incidere più precisamente sul primo rinnovo dell’offerta dal prossimo 26 luglio. Ma a tutto c’è una soluzione, infatti la compagnia Vodafone darà modo a tutti coloro che hanno subito gli aumenti, di attivare l’opzione gratuita per avere traffico dati aggiuntivo per un periodo di 12 mesi. Altrimenti si potrà attivare un’offerta alternativa.

È bene ricordare che i clienti succubi delle rimodulazioni, come sempre, avranno la possibilità di recedere dal contratto con Vodafone fino al giorno prima dell’effettivo incremento della tariffa mensile, dunque almeno fino al 25 luglio in questo caso. Come? Ovviamente coloro che non hanno più interesse nella compagnia o nella promozione, potranno scegliere tra diverse modalità di recesso:

  • sul sito voda.it/disdetta;
  • nei negozi Vodafone;
  • inviando una raccomandata A/R a Servizio Clienti Vodafone, casella postale 190 – 10015 Ivrea (TO);
  • scrivendo una mail alla PEC disdette@vodafone.pec.it;
  • chiamando il 190.

Insomma, siamo liberi di scegliere, e qualora vi fosse voce contraria non vi sarà alcun problema nel recesso. I passaggi sono molto semplici e si potrà tranquillamente passare ad un’altra compagnia.